Fisco. Petriccioli (Cisl): "Promuovere la crescita e il lavoro superando l’austerità"

16 marzo 2016-“E’ necessario che il Governo intervenga prioritariamente con la riduzione dell’Irpef, recuperando le necessarie risorse attraverso la riduzione della base fiscale imponibile evasa ed ottenendo dall’Unione europea maggiori margini di flessibilità nel percorso di raggiungimento del pareggio di bilancio". Lo ha dichiarato il Segretario confederale della Cisl, Maurizio Petriccioli, commentando le dichiarazioni del Presidente del Consiglio sulla necessità di ridurre le tasse ed aumentare gli investimenti per sostenere la crescita.“La Cisl insiste da tempo sull’esigenza di migliorare i fondamentali della nostra economia, in particolare attraverso il rilancio dei consumi e degli investimenti ed il miglioramento della produttività di tutti i fattori competitivi. Il Governo ha realizzato una politica di chiaro segno espansivo ma insufficiente in un contesto europeo e mondiale favorevole. Occorre fare di più, agendo sulla quantità degli investimenti pubblici e con politiche redistributive a beneficio dei lavoratori, dei pensionati e delle classi di reddito medio – basse. Per questo le attuali politiche europee, basate su una visione solo quantitativa della finanza pubblica, non sono funzionali alle esigenze di crescita dell’economia reale e non rispondono alle nuove emergenze sociali”, ha concluso Maurizio Petriccioli Ufficio Stampa Cisl

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.