Biagi. Furlan: "Le sue idee sono per noi un modello"

Roma, 19 marzo 2016. "Le idee e le intuizioni di Marco Biagi sulla contrattazione e sulle tutele fondamentali da estendere ai lavoratori e soprattutto ai giovani, in un mercato del lavoro sempre più flessibile, sono oggi più che mai attuali. Per questo non dobbiamo mai dimenticare la sua lezione e ricordare il suo sacrificio". Lo sottolinea la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, ricordando la figura del giurista bolognese assassinato 14 anni fa dalle Brigate Rosse. "Marco Biagi era un giuslavorista di grande spessore intellettuale, un vero riformatore che aveva colto con grande acume e lungimiranza le trasformazioni del mondo del lavoro per effetto delle nuove tecnologie e la necessità di una maggiore adattabilità della contrattazione ai nuovi bisogni ed alle esigenze del mercato del lavoro, ma ponendo sempre al centro la persona, i suoi diritti, la dignità del lavoro. La sua vita è stata spezzata quattordici anni fa tragicamente dalla follia criminale del terrorismo, ma le sue idee, i suoi studi, e la sua forte personalità rimangono per la Cisl che lo apprezzava e stimava, un punto di riferimento costante ed una traccia indelebile da trasmettere ai giovani". Ufficio stampa Cisl

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.