Lavoro: La Cisl presenta “Il Barometro” su benessere e disagio della famiglia

Roma, 29 marzo 2016. Si chiama "Il Barometro Cisl" del benessere e disagio delle famiglie il nuovo bollettino della Confederazione di Via Po, curato del Centro Studi Ricerca e Formazione della Cisl presentato oggi a Roma presso la sede nazionale della confederazione alla presenza della Segretaria Generale, Annamaria Furlan. "Il Barometro offre un quadro complessivo ed affidabile dei fenomeni socio economici a più rapida evoluzione che costituiscono una parte importante anche se non esclusiva del benessere delle famiglie e del paese", ha sottolineato la Furlan. "Sarà un supporto all'elaborazione strategica del gruppo dirigente della Cisl a tutti i livelli, ma anche un analisi puntuale ed un riferimento per valutare in maniera sistemica e trasparente l’azione della politica economica ." Quattro le aree tematiche sui quali è stato calcolato l’indice complessivo di benessere: l’attività economica, il lavoro, l’istruzione , i redditi e la pressione fiscale. Il Barometro CISL consente di vedere la caduta del benessere delle famiglie negli anni della crisi e identifica negli ultimi trimestri le aree e gli indicatori che presentano un miglioramento. Le famiglie sono lontane dal recuperare i livelli del 2007, prima della grande caduta. Fatto 100 il valore del Barometro complessivo in quell’anno il livello è caduto fino a 95,8 nel 2013; una tiepida ripresa ha invertito la tendenza nell'ultimo biennio e al 3° trimestre 2015 il valore dell’indicatore complessivo si colloca a 98,1. Come raccontano le icone, il sole per le famiglie italiane è oscurato da molte nuvole, anche se la tendenza recente ha aperto spiragli di miglioramento. D’altra parte l’indice di benessere complessivo non ha ancora recuperato il livello d’inizio 2011.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.