Fca Sevel.Uliano (Fim Cisl): "Sciopero Fiom un pretesto. Cgil intervenga"

Roma, 1 aprile 2016 - Le motivazioni elencate nel volantino della Fiom per proclamare 8 ore di sciopero - dichiara Ferdinando Uliano - sono solo un pretesto. E’ l’ennesimo tentativo di dividere i lavoratori e i sindacati, usando per altre finalità le motivazioni unitarie di CGIL CISL UIL in occasione delle manifestazioni per “Cambiare le pensioni e dare lavoro ai giovani” organizzate in tutto il Paese per il 2 aprile 2016. In nessun posto di lavoro in tutta Italia è stato dichiarato lo sciopero da Cgil Cisl e Uil. In questo caso si utilizzano a pretesto le motivazioni di una manifestazione unitaria per supportare una iniziativa di sciopero dello straordinario che va avanti da mesi, con nemmeno il 2% di partecipanti su 6477 lavoratori. La Cgil deve intervenire, non può consentire che si usi una manifestazione unitaria per motivare uno sciopero separato. Questo è un atto che rischia di compromettere un’azione unitaria necessaria per cambiare le pensioni e porre al centro il lavoro dei giovani. La FIM-CISL in Sevel ha fatto la sua parte lo scorso dicembre stabilizzando per contratto oltre 306 giovani lavoratori, ma anche in quell’occasione non sono mancati gli scioperi della Fiom contro un accordo che ha garantito un lavoro stabile a tanti giovani precari. Fim Cisl Stampa

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.