Scuola. Gissi(Cisl Scuola): sul personale Ata il Miur tra latitanza e intimidazioni

Roma, 18 aprile 2016. In una nota la Segretaria generale della Cisl scuola, Maddalena Gissi, afferma che” non sono certo queste le risposte che un ministero deve dare. Lascia sconcertati la fatica con cui si riconosce, nella nota MIUR 10073 del 14 aprile sulle supplenze ATA, quello che il buon senso darebbe per scontato, e che alcuni uffici scolastici avevano già riconosciuto come normale prassi da adottare: si può sostituire il personale che cessa per pensionamento, o per morte. A patto – e qui lo scrupolo del Ministero si fa quasi maniacale – che il pensionato, o il deceduto, fossero davvero utili e necessari al funzionamento del servizio, e pertanto il loro venir meno renda irrimediabilmente compromesso il regolare funzionamento dell’istituzione scolastica, e che la non sostituzione possa configurare un’interruzione di pubblico servizio”. (segue nota completa)

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.