Terziario. Data Management Hrm: siglato il nuovo contratto integrativo per i 430 addetti

Roma, 19 giugno 2015 - Notizie confortanti per i 430 addetti della Data Management HRM, la società italiana di servizi per l'amministrazione e la gestione integrata delle Risorse Umane con filiali ad Agrate, Bologna, Firenze, Napoli, Ravenna, Roma, Torino e Padova.I sindacati di categoria del terziario Fisascat Cisl e Filcams Cgil e le organizzazioni sindacali del settore metalmeccanico Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil hanno infatti siglato con la direzione aziendale il rinnovo del contratto aziendale integrativo valido per il triennio 2015 - 2017.
Sistema di relazioni industriali, con il doppio confronto a livello nazionale e decentrato, welfare contrattuale e formazione professionale sono i punti cardine dell'intesa siglata dopo diversi mesi di negoziato.
L'accordo interviene sull'organizzazione del lavoro introducendo un nuovo sistema di articolazione della flessibilità oraria - 40 ore settimanali con l'entrata dalle ore 7.45 alle ore 9.30 e con la possibilità di usufruire di due ore medie settimanali di permesso calcolate nell'arco del mese, con frazione minima di 15 minuti - rispondendo così da una parte, alle necessità personali dei dipendenti, e dall'altra, alla necessità di riorganizzazione aziendale di Data Management HRM.
Il nuovo integrativo contempla inoltre l'operatività, a far data dal 1° giugno 2015, dei nuovi parametri per la definizione del premio di risultato variabile a valenza triennale - Ebtda, smaltimento ferie e permessi e soddisfazione del cliente - la cui erogazione è strettamente correlato all'incremento di produttività e redditività "rilevanti ai fini del miglioramento della competitività aziendale". L'importo del salario accessorio potrà raggiungere i 400 euro. ~
Tra gli elementi qualificanti dell'accordo anche l'unificazione della regolamentazione sull'indennità di trasferta effettuata per un periodo minimo di 8 ore, quantificata in 10€. Saranno inoltre riconosciuti sia il rimborso chilometrico per l'utilizzo dell'auto propria sia le ore viaggio - secondo quanto previsto dal contratto nazionale di lavoro metalmeccanico - a tutti i dipendenti che effettueranno trasferte.
L'intesa prevede anche un pacchetto di 24 ore annuale di permessi per visite mediche e l'erogazione del ticket restaurant del valore di 6,30 euro con decorrenza dal mese di~ gennaio 2016.~~
Soddisfazione in casa Fisascat per il positivo esito di un confronto che ha visto le diverse rappresentanze sindacali del settore terziario e del comparto metalmeccanico fare fronte compatto ed unitario per la sottoscrizione di una intesa di secondo livello che conserva le prerogative della contrattazione nazionale di settore.
"Un ottimo esempio di contrattazione win-win - ha dichiarato il funzionario della Fisascat Dario Campeotto - Con questo accordo i vantaggi sono reciproci per lavoratori e impresa". "Una intesa di questo tipo - ha concluso Campeotto - rende possibile la tenuta sul mercato e la competitività dellimpresa anche attraverso un allineamento dell'organizzazione del lavoro all'incremento di produttività e redditività aziendale".

Ufficio Stampa Fisascat Cisl Nazionale

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.