Voucher. Petteni: "Affidare alla contrattazione le regole di utilizzo dei lavoratori"

Roma 22 aprile 2016- "Per fermare la crescita vertiginosa dei voucher si deve agire a monte, stringendo sulle regole di utilizzo dei lavoratori, regole che vanno affidate alla contrattazione tra le parti. Diversamente il voucher, inizialmente introdotto con l’intento di bonificare sacche di sommerso, continuerà ad essere utilizzato in alternativa al lavoro regolare e a creare nuova precarietà". E' quanto sottolinea il Segretario Confederale della Cisl, Gigi Petteni responsabile del mercato del lavoro. "Nel corso del 2015 i voucher venduti sono aumentati del 66% rispetto al 2014. E' una situazione davvero preoccupante che probabilmente è un effetto non voluto delle norme sul contrasto al falso lavoro autonomo, contenute nel Jobs Act. Vi sono evidentemente datori di lavoro che hanno trovato nei voucher una comoda strada alternativa alle false partite iva e al lavoro a progetto. La Cisl ha chiesto da tempo al Governo una stretta sull’utilizzo dei voucher, ma la tracciabilità pur positiva che il Ministro Poletti ha annunciato è oggi insufficiente ad arrestare l'uso distorto di questo strumento. Servono soprattutto interventi che diano un ruolo efficace alla contrattazione nel valutare le possibilità di utilizzo dei voucher, soprattutto nei settori maggiormente a rischio di abusi. Questa è la strada per contrastare l'uso selvaggio del voucher ed evitare che diventi il canale privilegiato per sfuggire alla legittime aspettative dei lavoratori".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.