Scuola. Furlan: sciopero legittimo che va rispettato. La contrattazione è lo strumento per cambiare la scuola

Roma, 28 aprile 2016. “Lo sciopero proclamato dai sindacati della scuola dovrebbe indurre il Governo ad aprire subito la trattativa sul contratto, senza provocare ulteriori polemiche”. Lo sottolinea la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan replicando al ministro Giannini. “Bisogna dare una accelerazione al rinnovo contrattuale fermo da troppi anni, investendo sul confronto con il sindacato per affrontare i problemi della scuola, con l’obiettivo di una migliore qualità del servizio e per una soluzione delle questioni aperte che riguardano tutto il personale, senza dimenticare i tanti insegnanti precari. Per questo la protesta dei sindacati di categoria è legittima e va rispettata. La scuola è il baricentro del futuro del nostro paese e l’esigenza di modernizzazione del sistema scolastico non troverà risultati concreti intervenendo solo con le leggi o introducendo forme di neo autoritarismo. Il Ministro Giannini comprenda che la contrattazione è la sede più adeguata per realizzare una vera innovazione nella scuola, attraverso una maggiore partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori ai cambiamenti. Solo cosi si può rendere la scuola italiana più moderna e funzionale, pronta alle nuove sfide del paese. La Cisl si augura che il Ministro Giannini sia più disponibile ad ascoltare ed a confrontarsi con il sindacato in modo da dare più spazio alla contrattazione per superare le storture e gli squilibri che la riforma del Governo ha inserito nel sistema scolastico, in particolare sulla eccessive discrezionalità affidate alla dirigenza.”

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.