Agroalimentare. Fai Cisl: "Importante traguardo di civiltà il via libera della Ragioneria dello Stato all'accordo sulla contrattazione di secondo livello degli Utb"

Roma, 9 maggio 2016. “Un accordo importante, inclusivo, di prospettiva, che eleva concretamente le condizioni di lavoro degli operai forestali Utb, assicurando nuove e determinanti forme di tutela contrattuale, a cominciare dal godimento della retribuzione sin dal primo giorno di assenza per malattia o infortunio”. Lo afferma Luigi Sbarra, Segretario Generale della Fai Cisl, commentando il via libera della Ragioneria dello Stato all'accordo ponte relativo alla contrattazione di secondo livello degli Utb, siglato presso il Mipaaf da Fai Cisl-Flai Cgil Uila-Uil e il Corpo forestale dello Stato. “In tempi di crisi, caratterizzati dall'esiguità delle risorse pubbliche, siamo riusciti a conquistare un risultato di rilevanza strategica, colmando una storica lacuna nel contratto di settore, che non prevedeva alcuna copertura per i giorni di carenza in caso di malattia o infortunio”. “Oggi, finalmente, questa lacuna viene colmata, con il riconoscimento del diritto contrattuale alla retribuzione sin dal primo giorno di assenza. Un traguardo di civiltà, che salvaguarda e valorizza la professionalità dei forestali Utb, premiando la perseveranza della Fai-Cisl e la mobilitazione sindacale unitaria”, conclude Sbarra.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.