Banche. Romani (First Cisl): lavoriamo insieme al Governo affinché il settore del credito torni al servizio del Paese

Roma, 11 maggio 2016. “Dobbiamo partire dalla necessità di recuperare il rapporto di fiducia con i cittadini, rimuovendo la diffusa percezione che le banche operino in modo indifferente all'interesse generale del Paese”. Con queste parole il Segretario generale First Cisl, Giulio Romani, interviene al Forum HR 2016 di Abi che, nell’occasione ha inteso ribadire la centralità delle relazioni industriali per meglio far fronte alle sfide rivenienti dal riassetto complessivo delle imprese bancarie italiane. “Sarebbe opportuno – ha aggiunto Romani - iniziare a pensare alla riconversione professionale dei lavoratori cinquantenni, sostenendone la conseguente riconversione territoriale, piuttosto che unicamente alla loro “rottamazione”. Il sindacato deve farsi parte attiva in un tale processo, sostenendo la formazione e quant’altro ritenuto utile, per il rilancio delle aziende e la valorizzazione del lavoro”. Questo anche in funzione della rivoluzione tecnologica in atto, che sta trasformando profondamente il contesto produttivo. “Al Governo dobbiamo chiedere – ha concluso Romani - politiche fiscali che non penalizzino il credito, che avvantaggino gli investimenti in economia reale a discapito della finanza. Dobbiamo chiedere di decidere insieme politiche di sostegno, affinché il settore possa tornare a essere davvero al servizio del Paese. È necessaria una strategia condivisa”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.