Lavoro. Petteni: "Segnali incoraggianti ma senza eccessivi ottimismi. Ora serve l’accelerata finale sulla riforma dei servizi per l’impiego"

Roma, 16 maggio 2016 - "Pur se con un aumento tra marzo e aprile, dovuto soprattutto ad un preoccupante picco della cassa straordinaria, le ore di cig sono pressochè stabili nei primi 4 mesi dell’anno rispetto allo stesso periodo del 2015. Calano in maniera significativa le richieste di Aspi, Naspi, mobilità e disoccupazione: nei primi tre mesi del 2016 le domande complessive di disoccupazione sono state il 28,2% in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno". Lo sostiene in una nota il Segretario confederale della Cisl Gigi Petteni. "Anche se i dati sulla cassa integrazione sono ancora altalenanti .- sottolinea - si tratta di segnali incoraggianti dai quali partire per completare il quadro delle riforme: in particolare il Governo è ora atteso alla stretta finale sul decollo dell’Anpal e dei nuovi strumenti per le politiche attive del lavoro, a partire dal contratto di ricollocazione. Si tratta di strumenti che potrebbero dare un contributo a ridurre ancora la disoccupazione, soprattutto - ha concluso - offrendo sostegno a ai lavoratori espulsi dal mercato in questi anni di crisi".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.