#aTestaAlta. Domani i pensionati in piazza. Il Governo riprenda il confronto

Roma, 18 maggio 2016. Decine di migliaia di pensionati e di pensionate da tutta Italia sono attese domani a Roma per la manifestazione nazionale indetta dai sindacati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil in piazza del Popolo per chiedere al governo interventi urgenti su reddito, fisco, welfare, sanità e non autosufficienza. Le tre organizzazioni sindacali dei pensionati chiedono in particolare a governo e Parlamento la difesa delle pensioni di reversibilità; la tutela del potere d’acquisto delle pensioni; il recupero del danno prodotto dal blocco della rivalutazione; la separazione tra previdenza e assistenza; uguali detrazioni fiscali per lavoratori dipendenti e pensionati; l’estensione degli 80 euro alle pensioni più basse; la modifica delle legge Fornero per facilitare la flessibilità in uscita e permettere l’entrata dei giovani nel mondo del lavoro; maggiori risorse per l’invecchiamento della popolazione e una legge quadro per la non autosufficienza. Spi, Fnp e Uilp intendono, inoltre, chiedere al governo la ripresa immediata del tavolo di confronto avviato mesi fa e poi bruscamente interrotto con il Ministro Poletti per trovare insieme le soluzioni alle situazioni di difficoltà di milioni di pensionati italiani che, oramai da anni, sono il bersaglio di una politica che specula sulla loro pelle solo per fare cassa. La manifestazione avrà inizio alle ore 10 e terminerà entro la mattinata. Interverranno i Segretari generali di Spi, Fnp, Uilp, Ivan Pedretti, Gigi Bonfanti, Romano Bellissima. E’ prevista la presenza dei Segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.