Consorzi di bonifica. Fai Cisl: "Via alla mobilitazione"

Roma, 9 giugno 2016. "Una rottura inevitabile, determinata da incomprensibili tatticismi della controparte, che ci hanno convinto nostro malgrado a interrompere la trattativa, e a indire una mobilitazione a tutti i livelli". Lo afferma Fabrizio Colonna, Segretario Nazionale della Fai Cisl con delega alle politiche ambientali, in merito alla rottura di ieri del tavolo negoziale relativo al Contratto nazionale dei lavoratori dei Consorzi di Bonifica e di miglioramento fondiario, che coinvolge oltre 10 mila lavoratori. "Si parte con una serie di iniziative che prevede, oltre alla conferma dello stato di agitazione, il blocco dello straordinario e un pacchetto di scioperi su base regionale - aggiunge il sindacalista -. La Fai Cisl conferma ad ogni modo la propria impostazione responsabile, dichiarandosi pronta a tornare in ogni momento al tavolo della trattativa sulla base delle proposte avanzate nella piattaforma unitaria e delle intese già raggiunte. Partirà nei prossimi giorni una intensa campagna informativa attraverso assemblee nei luoghi di lavoro, attivi unitari e puntuali aggiornamenti agli organi di stampa", conclude Colonna.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.