Scontro treni. il cordoglio dell'Associazione dei consumatori della Cisl alle vittime. "Si adottino urgentemente misure per impedire che accada un’altra tragedia simile"

12 luglio 2016 - "Ancora una volta a pagare sono i pendolari, ancora una volta è la gente del Sud, vittime di servizi indegni degli anni 2000, a dimostrazione che ci sono italiani di serie A e di serie B. Italiani sono tutti da Trapani alla Valle d’Aosta! Si cerchino responsabilità e si adottino urgentemente misure per impedire che accada un’altra tragedia simile". Commenta così Walter Meazza, Presidente di Adiconsum nazionale il disastro ferroviario accaduto oggi, "tra quelli più gravi mai accaduti nel nostro Paese" osserva. "Ancora più grave è il fatto che sia accaduto nel modo in cui è accaduto e cioè con uno scontro tra due treni, che percorrevano lo stesso tratto a binario unico. Ancora una volta a pagare sono i pendolari, ancora una volta è la gente del Sud, vittime di “servizi” indegni di chiamarsi tali – dichiara Walter Meazza, Presidente di Adiconsum nazionale. Italiani sono tutti – prosegue Meazza - da Trapani alla Valle d’Aosta. Tutti gli italiani devono avere pari dignità e pari servizi. Incidenti come quello accaduto in Puglia – conclude Meazza – dimostrano ancora una volta come la politica utilizzi questi temi con toni populistici, ma mai metta a disposizione dei cittadini quei servizi che invece sono dovuti a tutti indistintamente".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.