Fisascat e Felsa Cisl avviano il percorso per la costituzione della nuova Federazione regionale dei sindacati del terziario

Roma, 1 luglio 2015 - Prende il via anche nel Lazio il percorso per la costituzione della F.I.S.T. CISL Regionale. Le federazioni cisline regionali Fisascat e Felsa hanno deliberato di dare vita alla nuova Federazione Italiana Sindacati del Terziario del Lazio, con lo scopo di assicurare una nuova forma di rappresentanza sindacale al lavoro dipendente, autonomo, atipico e somministrato della Regione. Ad oggi le due federazioni possono contare su una base associativa di oltre 30.000 iscritti.
"Partiamo da una importante base associativa che va supportata anche con l'intensificazione dell'attività sindacale e di rappresentanza - ha dichiarato Carlo Costantini, della Fisascat Cisl Lazio - Il terziario si appresta ad assumere un ruolo sempre più determinante nella economia locale e noi crediamo si debbano consolidare le diverse esperienze sindacali".
Opinione condivisa anche da Mattia Pirulli, segretario generale FeLSA Lazio. "La costituzione della Fist Lazio - ha dichiarato - rappresenta una nuova occasione per rafforzare l'attività di rappresentanza e per far conoscere maggiormente le tutele esistenti per i lavoratori dipendenti come anche per i lavoratori atipici nei diversi settori del terziario privato".
Alla riunione dei direttivi regionali Fisascat e Felsa hanno presenziato il segretario generale della F.I.S.T. Cisl Nazionale Pierangelo Raineri ed i colleghi di segreteria Rosetta Raso ed Ivan Guizzardi. ~
"Con l'avvio del percorso anche nel Lazio la Fist Cisl si appresta a divenire un punto di riferimento importante per i lavoratori del terziario, siano essi dipendenti o parasubordinati - ha commentato Raineri - Il sindacato si deve mettere nella condizione di recepire i cambiamenti di un mercato del lavoro in evoluzione dove il terziario e i servizi rappresentano i settori in cui convoglierà l'occupazione nei prossimi anni, occupazione che necessita di nuove forme di tutela e di una rinnovata capacità di rappresentanza".
Dopo il Veneto, la Toscana, l'Emilia Romagna, la Liguria e il Lazio domani sarà la volta della Calabria, la prima Regione del mezzogiorno d'Italia che registrerà l'avvio del percorso di costituzione della Fist regionale.

Ufficio Stampa FIST CISL Nazionale

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.