Metalmeccanici/Allegion-CISA: Bentivogli (Fim Cisl): "Dopo Whirlpool domani tocca agli americani di Allegion-CISA."

Roma, 03 luglio 2015 - "Dopo aver costretto alla retromarcia gli americani di Whirlpool, sul nostro cammino domani ci sarà un'altra multinazionale americana la Allegion-CISA che ha 8500 lavoratori nel mondo di cui 2300 in Europa e 760 in Italia".E' quanto sottolinea il Segretario generale della Fim Cisl Marco Bentivogli in una nota che così prosegue:

"Il biglietto da visa del nuovo presidente EMEA Lucia Veiga Moretti è stato la delocalizzazione delle lavorazioni meccaniche dichiarando 238 licenziamenti a Faenza e 20 Monsampolo di Ascoli. Come per Whirlpool, anche per Allegion-CISA la ricetta si chiama investimenti e salvaguardia dell'occupazione, altrimenti con la nostra mobilitazione costringeremo la multinazionale a ritornare sui suoi passi. Domani mattina corteo a Faenza che si concluderà con i comizi dei Segretari Generali di Fim, Fiom, Uilm Marco BENTIVOGLI, Maurizio LANDINI, Rocco PALOMBELLA.
Ci aspettiamo un cambio di piano già a partire dal prossimo incontro, che si terrà il 16 luglio prossimo presso il Ministero dello Sviluppo Economico a Roma".

Ufficio Stampa Fim Cisl

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.