Consumatori. Adiconsum assiste consumatori coinvolti per il fallimento del tour operator Lowcostholidays

Roma, 26 luglio 2016. Come ogni estate, anche quest’anno, purtroppo, ci occupiamo del fallimento di un tour operator. Stavolta si tratta della Lowcostholidays Spain SL, della holding Lowcosttravelgroup LTD. Sono 140.000 i consumatori coinvolti che si sono ritrovati a dover scegliere tra la rinuncia a partire per le vacanze oppure nel caso il fallimento li abbia colti, mentre erano già partiti a sostenere significativi esborsi per rimanerci, dato che i fornitori, non avendo ricevuto i pagamenti dall’operatore turistico, hanno cancellato le prenotazioni o stanno chiedendo il pagamento direttamente al cliente. Adiconsum nazionale e Centro Europeo Consumatori Italia (rete ECC-Net), in prima linea nel cercare di assistere i consumatori della Lowcostholidays Spain SL che stanno correndo il rischio di veder sfumare le meritate vacanze, consigliano, prima di partire, di:

• contattare in tempo utile il vettore aereo per ottenere la conferma della prenotazione e le informazioni necessarie per il check-in e per fornire il proprio indirizzo e-mail per eventuali successive comunicazioni

• contattare direttamente la struttura ricettiva (albergo, resort, ecc.) e chiedere conferma della prenotazione. Centro Europeo Consumatori Italia (rete ECC-Net) e Adiconsum nazionale, inoltre, assistono i consumatori nelle procedure di richiesta dei rimborsi.

Quanto si sta verificando in questi giorni – dichiara Maria Pisanò, Direttore del Centro Europeo Consumatori Italia - rende sempre più stringente la necessità di avviare un serio e costruttivo dialogo con l’industria di settore e gli altri soggetti interessati per garantire un’adeguata protezione dei consumatori in caso di insolvenza dell’organizzatore o del fornitore del servizio soprattutto ora che è stato abrogato il Fondo di Garanzia.

Chiediamo alle associazioni di categoria – dichiara Walter Meazza, Presidente nazionale di Adiconsum – l’apertura di un tavolo di confronto per ricercare soluzioni a tutela dei consumatori che sono i soggetti, loro malgrado, a pagare di più in queste vicende.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.