Terremoto. Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa: esenzione contributi per le aziende artigiane colpite dal sisma

12 settembre 2016. Il Consiglio di Amministrazione San.Arti., il Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa per i Lavoratori dell’Artigianato istituito da Confartigianato, Cna, Casartigiani, Claai, e Cgil, Cisl Uil che, dal 2013 fornisce prestazioni sanitarie ai 480.000 dipendenti iscritti e ai titolari delle imprese artigiane e ai loro familiari, ha deciso nella prima riunione dopo la pausa estiva, tenutasi l’8 settembre 2016, di sostenere un impegno di solidarietà verso le popolazioni del Centro Italia colpite dal sisma. Pertanto le imprese artigiane iscritte a San.Arti. nei comuni delle regioni del Lazio (Accumuli, Amatrice e Cittareale in provincia di Rieti), delle Marche (Acquasanta Terme, Arquata del Tronto, Montegallo e Montemonaco in provincia di Ascoli Piceno e Montefortino in provincia di Fermo), dell’Umbria (Cascia, Monteleone di Spoleto, Norcia e Preci in provincia di Perugia) e dell’Abruzzo (Montereale, Capitignano e Campotosto in provincia dell’Aquila, Valle Castellana e Rocca Santa Maria in provincia di Teramo) saranno esentate dal versamento dei contributi mensili previsti al Fondo dal 1° Settembre 2016 fino al 31 Dicembre 2016. Resta inteso che il Fondo garantirà ai lavoratori delle imprese artigiane dei territori colpiti dal terremoto le prestazioni assistenziali integrative previste dal nomenclatore sanitario.
“Un segnale tangibile di vicinanza ai lavoratori e alle imprese artigiane e alle popolazioni colpite dal sisma che saranno supportati da San.Arti, un Fondo sanitario integrativo che nasce ed opera per un comparto, quello artigiano, che ha nel proprio DNA la determinazione e la capacità di costruire non solo nella singola azienda ma anche nel territorio, in relazione all' intero tessuto produttivo, economico e sociale” come dichiarato dalla Presidenza del Fondo, Dario Bruni e Annamaria Trovò.

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.