Ciampi. Furlan: "E' stato il padre della concertazione che salvò il paese dalla bancarotta"

16 settembre 2016- "La scomparsa di Carlo Azeglio Ciampi è un fatto che ci addolora molto. Siamo vicini nel cordoglio commosso alla signora Franca ed a tutti i suoi familiari e congiunti. Ciampi è stato un grande Presidente della Repubblica, amato dai cittadini italiani per le sue straordinarie virtù umane, di equilibrio ma anche di fermezza nella difesa delle istituzioni democratiche. Fu il padre della concertazione ed un convinto sostenitore coerente e responsabile degli accordi sulla politica dei redditi che salvarono l'Italia dalla bancarotta e che consentirono al nostro paese di entrare in Europa. Ciampi è stato nella sua vita e nella sua lunga attività istituzionale un interlocutore attento e sensibile del sindacato, consapevole del ruolo indispensabile delle parti sociali per la coesione sociale e la tutela dei più deboli nella società italiana. I lavoratori e la Cisl lo ricorderanno sempre con grande affetto e riconoscenza, indicandolo alle giovani generazioni come un esempio illuminato di un grande servitore dello stato, competente, sobrio ed equilibrato". Lo dichiara in una nota la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.