Mobilità. Meazza (Adiconsum): proponiamo al Governo l’istituzione di un Comitato nazionale per lo sviluppo della Mobilità sostenibile

Roma, 20 settembre 2016. La mobilità è un diritto al pari del diritto alla salute e come tale non può essere appannaggio solo delle leggi del libero mercato, il cui unico scopo è quello di fare profitto, ma di tutti gli stakeholders, consumatori in testa. Così Walter Meazza, Presidente di Adiconsum nazionale, nella Settimana della mobilità sostenibile. La crescita dei tumori causati dall’inquinamento e gli impegni sottoscritti con l’accordo sul clima – dichiara Mauro Vergari, Responsabile Settore Trasporti Adiconsum – pongono tra gli obiettivi prioritari del Paese la riduzione delle emissioni inquinanti. Per raggiungere tale obiettivo è necessario che le fonti energetiche provenienti dai fossili lascino il passo all’utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili, soprattutto accumulabile nelle batterie delle auto elettriche, uniche a garantire zero emissioni. Adiconsum, in una lettera inviata al Presidente del Consiglio e ai ministri competenti delle Infrastrutture e trasporti, dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico, propone al Governo – conclude Meazza – l’istituzione di Comitato nazionale per lo sviluppo della Mobilità sostenibile, articolato in gruppi di lavoro, con la partecipazione di tutti gli stakeholders, compresi i consumatori, per coordinare un preciso percorso che conduca ad una prossima data certa dello switch-off del motore a scoppio a favore del motore elettrico.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.