Ecobonus. Turri (Filca Cisl): Bene Baretta ma vogliamo osare di più

Roma, 26 settembre 2016. “Le dichiarazioni di Pier Paolo Baretta vanno esattamente nella direzione da noi indicata: potenziare l’ecobonus e allargarne l’applicazione a condomini e ad interventi antisismici consentirebbe la messa in sicurezza di migliaia di edifici e darebbe una boccata d’ossigeno all’edilizia, che ha perso 800mila addetti dall’inizio della crisi. Siamo anche d’accordo sulla riduzione della tempistica del recupero del credito: è impensabile che si debbano aspettare 10 anni, è un vero disincentivo”. Lo ha dichiarato il segretario generale della Filca-Cisl nazionale, Franco Turri, commentando l'intervista al sottosegretario all'Economia pubblicata oggi dal Corriere della Sera. “Le misure annunciate sono importanti, ma vorremmo che si osasse ancora di più: la nostra proposta è di portare la detrazione almeno all’80%, dal 65% attuale. Inoltre apprezziamo il sostegno alle famiglie meno abbienti, quelle cioè che non avrebbero la possibilità di recuperare il credito. Per loro proponiamo che paghino solo il 35% della somma per gli interventi, magari spalmato in più anni, mentre il restante 65% verrebbe erogato alle imprese direttamente dallo Stato, magari con la ‘copertura’ della Cassa Depositi e Prestiti. La sfida – ha concluso Turri - è quella di aprire migliaia di cantieri di messa in sicurezza del territorio e riqualificazione del patrimonio edilizio in tutta Italia, con obiettivi energetici e di sicurezza statica e sismica, una sfida che oggi siamo in grado di vincere”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.