Metalmeccanici. Bentivogli (Fim): Appoggio ai sindacati brasiliani per unificazione proficua

Roma, 4 ottobre 2016. Inizia stasera alle 18 e si concluderà venerdì 7 ottobre a Rio de Janeiro il 2° Congresso di IndustriALL Global Union con lo slogan “A Luta Continua - Fighting Forward”. Più di 1.300 dirigenti sindacali dei cinque continenti del mondo si riuniscono per prendere una serie di importanti decisioni, ma anche per dimostrare il loro appoggio ai sindacati brasiliani. IndustriALL associa oltre 50 milioni di lavoratori iscritti in 140 paesi del mondo. Il Brasile in questa fase affronta uno stato di agitazione politica ed economica. In maggio il Comitato Esecutivo di IndustriALL ha approvato una risoluzione, manifestando la sua solidarietà con il popolo brasiliano, respingendo il golpe in corso nel paese. Il nuovo governo ha già cominciato a smantellare i risultati della politica sociale degli ultimi anni. Pertanto, siamo qui in Brasile anche per dimostrare il nostro appoggio alla democrazia, ai lavoratori brasiliani e ai loro sindacati. A livello europeo e internazionale, e in molti paesi del mondo, l’unificazione di tutti i settori dell’industria manifatturiera e dell’energia ha consentito una maggiore spinta verso una nuova era di solidarietà globale per assicurare che tutti i lavoratori possano contare con il diritto di associarsi liberamente in un sindacato, ottenere la protezione di un contratto collettivo con salari dignitosi, giornate di lavoro ragionevoli e un ambiente di lavoro sicuro e salubre. In un mondo globalizzato, in cui aumentano le disuguaglianze, l’avidità, la povertà, la disoccupazione e l’ingiustizia sociale, serve un sindacato globale. Tenendo in conto che a livello mondiale solo un 7% della forza lavoro è affiliata a sindacati liberi e indipendenti, la nostra massima priorità è la sindacalizzazione e lo sviluppo sindacale con il fine di rafforzare la nostra legittimità a dare voce alle persone che lavorano. A Rio si eleggerà il nuovo Esecutivo di IndustriALL e avverrà la rotazione tra il rappresentante per l’Italia Marco Bentivogli con Maurizio Landini. Nei quattro anni congressuali (fino a ottobre 2020) si avvicenderanno in questo ruolo tutti i segretari generali delle sei federazioni sindacali italiane affiliate a IndustriALL. Vi sarà anche il cambio al vertice e il bravissimo Jyrki Raina, finlandese, a cui siamo estremamente grati per il suo lavoro straordinario, sarà sostituito da Valter Sanches, brasiliano della Cnm-Cut. Sull’insieme del gruppo dirigente (presidente, segretario generale e tre segretari generali aggiunti) nella giornata di ieri il Comitato Esecutivo ha trovato un accordo unitario, che corrisponde alle indicazioni che la Fim-Cisl aveva espresso ufficialmente sin dal mese di maggio.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.