Snai Rete Italia. Raggiunta l'intesa sulla mobilità. Resta aperto il confronto sulle cessioni di ramo d’azienda

Roma, 6 ottobre 2016 - Si è conclusa con un accordo sull’esodo volontario incentivato con 8 mensilità lorde – ridotte a 2 in caso di ricollocazione - la procedura di mobilità avviata dalla società di scommesse e concorsi a pronostici Snai Rete Italia per 27 dipendenti delle agenzie di Pioltello, Ragusa, Roma, Anzola Dell’Emilia, Cavriago, Foligno e Nettuno, nell’ambito del piano di ristrutturazione annunciato nei giorni scorsi. Il confronto con i sindacati di categoria Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uiltucs, aggiornato all’11 ottobre, rimane aperto sulle cessioni di ramo d’azienda che allo stato coinvolgono 110 dipendenti delle 16 agenzie dislocate in provincia di Milano, Monza Brianza, Bologna, Perugia e Palermo. Le tre sigle sindacali hanno sollecitato la definizione di un accordo quadro volto a garantire una uniformità di tutele e diritti a livello nazionale per i lavoratori coinvolti. La Fisascat Cisl ha in particolare espresso forti perplessità sul futuro dei lavoratori esposti ad eventuali licenziamenti illegittimi. «Ribadiamo la nostra volontà ad individuare, già nel prossimo incontro, una soluzione condivisa volta a scongiurare il rischio occupazionale attraverso una intesa che riconduca il confronto al livello nazionale» ha dichiarato il segretario della categoria Davide Guarini. Ufficio Stampa Fisascat Cisl Nazionale

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.