Scuola. Gissi (Cisl Scuola): sulla sicurezza degli edifici scolastici tutti facciano il loro dovere

Roma, 13 ottobre 2016. “Garantire la sicurezza degli edifici scolastici è un dovere, tutti dovrebbero considerarla un’assoluta priorità. Purtroppo continuano a ripetersi episodi, da ultimo in Piemonte e in Sicilia, che fanno emergere una verità elementare: non basta stanziare risorse, bisogna utilizzarle al meglio. Cosa che evidentemente non sta accadendo. Tutto ciò è di una gravità inaudita, perché in gioco ci sono la salute e la sicurezza di bambini e ragazzi che ogni giorno affollano le nostre scuole, e delle persone che ci lavorano. Se i soldi ci sono ma non vengono spesi, evidentemente qualcosa non sta funzionando; la macchina burocratica si dimostra sempre più vulnerabile e inefficiente.” - dichiara la Segretaria della Cisl Scuola, Maddalena Gissi. “Siccome l’esigenza che tutti abbiamo è che gli interventi necessari per rendere sicure le scuole siano fatti con la massima tempestività, chiediamo che si prendano tutti i provvedimenti indispensabili per rimuovere a qualunque livello intoppi e inerzie. Utilizzando a tal fine tutti gli strumenti ordinari e, se sono insufficienti, mettendo in campo misure e procedure straordinarie. Si può infatti ritenere straordinaria, una vera e propria emergenza, la situazione di degrado di troppe strutture scolastiche del nostro Paese.” – continua la Gissi – “L’ultima cosa da fare è perdersi nel solito rimpallo di responsabilità fra istituzioni e soggetti diversi: ciascuno faccia fino in fondo quello che deve, se non lo fa si trovi il modo di agire al suo posto. Ritardi, negligenze, disattenzioni e pigrizie non sono tollerabili quando ci sono in gioco la sicurezza e la vita delle persone. Viste le competenze e le responsabilità che su questa materia hanno i comuni, ci auguriamo che il neo presidente nazionale dell'Anci, Antonio De Caro, ingegnere sindaco di Bari, voglia caratterizzare da subito il suo mandato nel segno della promozione di una maggior capacità di programmazione dei propri interventi da parte degli enti locali, dalla messa in evidenza delle criticità all'approntamento delle soluzioni.” Così conclude la sua dichiarazione Maddalena Gissi, Segretaria Cisl Scuola, sulla sicurezza degli edifici scolastici.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.