Caporalato. Furlan: " La camera approvi ddl senza modifiche"

17 ottobre 2016- “Oggi il prossimo il percorso parlamentare del ddl contro il caporalato entra nella fase decisiva, con l’esame d’Aula alla Camera. Siamo a un passo dal cogliere la grande opportunità per dare al Paese una legislazione moderna ed efficace contro la piaga dello sfruttamento del lavoro agricolo. Il Parlamento dimostri di saper trovare la necessaria coesione davanti a una simile battaglia di civiltà: l’augurio è che questo testo sia approvato subito e senza modifiche”. Lo afferma in una nota Annamaria Furlan, Segretaria Generale della Cisl. "Ad oltre un anno dal primo annuncio da parte del governo e dopo una stagione di grande mobilitazione unitaria del sindacato, abbiamo finalmente l’opportunità di dare al Paese una legge che garantisca più stringenti norme penali e un più forte coinvolgimento delle parti sociali nelle strategie di contrasto. Non c’è altro tempo da perdere: dobbiamo dare risposte immediate a centinaia di migliaia di donne e uomini, migranti e italiani, che non hanno voce né diritti. Lavoratori che si trovano costretti a lavorare in condizioni massacranti sotto il ricatto di aguzzini senza scrupoli, spesso assoldati dalla criminalità organizzata. La svolta passa per una legislazione che assicuri alla giustizia i caporali, ma sappia anche risalire alle realtà che li utilizzano, e che così anche le aziende in regola, che rispettano legge e contrattazione, e che sono la maggioranza. Ci vuole certezza dei diritti e ci vogliono misure capaci di valorizzare il ruolo delle rappresentanze sociali sui territori. Il testo alla Camera rappresenta un passo strategico in tale direzione. Non si perda questa occasione storica, e si trasformi subito il ddl in legge dello Stato”, conclude Furlan.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.