Patronati. Inas Cisl: senza pensione a 94 anni, la ottiene grazie all’Inas

Roma, 23 novembre 2016. A 94 anni, pur versando da tempo in condizioni di bisogno, non aveva mai richiesto la pensione di vecchiaia: è questo il quadro che si sono trovati di fronte gli esperti dell’Inas Puglia, impegnati a far ottenere ad una signora sola un sostegno assistenziale, per aiutarla nella situazione di difficoltà economica che stava attraversando. Grazie ad uno scrupoloso lavoro di verifica del quadro previdenziale della donna, gli operatori del patronato della Cisl hanno scoperto che le spettava la pensione di vecchiaia dal 1988, pensione che non era mai stata richiesta e – quindi – mai pagata dall’Inps. Ovviamente, l’Inas ha immediatamente presentato la relativa domanda, per far ottenere all’utente quanto le spettava “La storia di questa persona che ha ottenuto la pensione alla tenera età di 94 anni, solo perché non aveva mai provveduto a farne richiesta, è indicativa: in Italia non è sufficiente essere titolari di un diritto, è indispensabile esigerne l’applicazione”, sottolinea Domenico Pesenti, presidente dell’Inas Cisl. “Per questo il nostro lavoro oggi è sempre più incentrato sul far emergere quanto spetta ai cittadini in termini previdenziali e socio-assistenziali; è un dato di fatto che - nonostante viviamo in una ‘società digitale’, in cui ogni conoscenza appare a portata di click - in realtà si stanno modificando profondamente i sistemi di divulgazione delle informazioni e di rapporto con la Pa”, precisa Pesenti. “Come patronato, dunque, operiamo – spiega il presidente – per fornire una consulenza completa alla persona, piuttosto che limitarci alla gestione di una singola pratica. Oggi è questo il nostro modo di favorire la coesione sociale e tutelare i più deboli”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.