Ilva. Furlan: "Poteri Stato non si contrappongano, collaborino"

Bari, 27 luglio 2015. "Per conciliare salute e lavoro nel caso dell'Ilva di Taranto, non ci vuole una contrapposizione ma un coordinamento proficuo tra chi rappresenta i vari poteri dello Stato, dalla magistratura al parlamento e al governo. Credo che su questo dobbiamo creare un'Italia davvero nuova, perché con i veti incrociati non si crea la condizione del lavoro e nemmeno quella della salute". E' quanto ha dichiarato il Segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan, oggi a Bari, in un'intervista all'Ansa. "Noi - ha aggiunto - siamo perché la fabbrica sia aperta nel rispetto della salute dei cittadini e dei lavoratori. Ma ancora oggi, dopo tanti interventi, nel nostro paese e non solo all'Ilva si muore di lavoro".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.