Pesca. Fai Cisl: "Finalmente ai pescatori la Cigs in deroga 2014"

È stato definitivamente sottoscritto, nei giorni scorsi, il decreto interministeriale che recepisce l'accordo siglato al Ministero del Lavoro lo scorso 8 giugno per l'attivazione della cassa integrazione in deroga 2015 che, ricordiamo, stanziava 35 milioni di euro utili anche a coprire i mancati pagamenti delle istanze del 2014. Pertanto, la liquidazione dei pagamenti arretrati è definitivamente sbloccata considerando che, secondo quanto stabilito nell'accordo, le risorse stanziate saranno prioritariamente impegnate per pagare le istanze relative all'annualità 2014 non ancora liquidate.
"Soddisfazione - sostiene Luigi Sbarra, Commissario Fai Cisl nazionale - per questo risultato, frutto della pressione sociale esercitata in queste ultime settimane dalla Fai e dalla Cisl per sollecitare il provvedimento legislativo necessario per rispondere, finalmente, alle giuste attese dei lavoratori".
"Analogamente - continua Sbarra- plaudiamo la tempestività con cui la sede Centrale dell'Inps ha provveduto ad inviare il relativo messaggio alle proprie sedi periferiche al fine di procedere con l'avvio delle liquidazioni delle indennità di Cigs arretrate".
"Un risultato, questo della conclusione dell'iter procedurale per lo sblocco delle risorse, atteso dai lavoratori del settore da oltre due mesi (dopo la firma dell'accordo governativo avvenuta l'8 giugno scorso) e per il quale la Fai, sin da allora, si è impegnata in sollecitazioni continue presso i rispettivi Ministeri competenti compresa la sede centrale dell'Inps. Tutto ciò permetterà ai pescatori - conclude Sbarra - di poter incassare le relative indennità arretrate con un notevole anticipo rispetto agli anni precedenti"

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.