Consumatori. Adiconsum su relazione annuale Bankitala

Roma, 26 Maggio 2015 - La Relazione annuale presentata dal Governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco - dichiara Pietro Giordano, Presidente nazionale di Adiconsum - è ampiamente condivisibile, poiché ha posto l'accento su tre aspetti fondamentali per la ripartenza del Paese, che da tempo abbiamo segnalato: lotta alla povertà, prevenzione e contrasto alle speculazioni del mondo finanziario, investimenti nella produzione per la ripresa dell'occupazione.

Per rendere più efficace la lotta alla povertà, come aderenti "Alleanza contro la povertà" - prosegue Giordano - chiediamo al Governo non solo di destinare maggiori risorse al suo contrasto, ma di introdurre il REIS (Reddito di inclusione sociale), quale strumento finalizzato a prendere in carico le famiglie in stato di povertà assoluta attraverso un mix di interventi di sostegno al reddito e di servizi per l'inclusione sociale.

In merito poi ai comportamenti scorretti presenti nel mondo finanziario - continua Giordano - condividiamo le dichiarazioni di Visco sulla necessità che le Autorità, ed in particolare la Consob, adottino tutte le misure per prevenire e sanzionare con severità tali comportamenti.

Assolutamente condivisibile -prosegue ancora Giordano - anche l'analisi del Governatore di Bankitalia sulla necessità di sostenere I settori che possono contribuire al rilancio dell'economia. La ripresa da sola non basta, come non basta il Jobs Ac. La ripresa e l'occupazione sono legati strettamente alla produzione che a sua volta necessita di investimenti.

Bene anche il richiamo all'informazione da dare ai consumatori-investitori sui possibili rischi derivanti da una eventuale risoluzione di una crisi bancaria, in cui, come previsto dalla nuova Direttiva sulle risoluzioni bancarie (BAIL-IN), potrebbero essere chiamati a dare un contributo".

Ufficio stampa Adiconsum Nazionale

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.