Caporalato. Sbarra: "Grazie Mattarella, serve alleanza governo-parti sociali"

Roma, 15 settembre 2015- "Grazie al Presidente Mattarella per il suo accorato monito contro la piaga del caporalato in agricoltura. La FAI-CISL si unisce alla denuncia, e rilancia il suo appello per una grande alleanza partecipata da istituzioni e società organizzata. La sfida si vince con l'impegno di tutti, governo e parti sociali, e passa non solo per l'inasprimento delle strategie di repressione. Dobbiamo elevare la qualità del lavoro agricolo". Lo afferma in una nota Luigi Sbarra, Segretario Confederale CISL e Commissario Nazionale FAI-CISL. "La nostra piattaforma è chiara e riconosce la necessità estendere le responsabilità penali anche con confisca delle ricchezze ottenute con lo sfruttamento. Controlli e vigilanza vanno rafforzati insieme a meccanismi di premialità più stringenti, con il sostegno contributivo alle aziende che rispettano legislazione e contratti e misure di revoca di qualunque tipo di provvidenza pubblica per chi non rispetta le regole. Per questo dobbiamo valorizzare lo strumento della Rete del lavoro agricolo di qualità voluta dal Sindacato, e dare piene funzioni nazionali e territoriali alla Cabina di Regia istituita presso l'Inps. Come parti sociali abbiamo la grande responsabilità di agire con più efficacia sulle leve della bilateralità e delle relazioni industriali, per aumentare il presidio sui territori e dar vita a rapporti maggiormente partecipativi, che leghino qualità di prodotto e innovazione a maggiori tutele per i lavoratori".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.