Furlan, il Giubileo della Misericordia sia occasione di pace, solidarietà e giustizia sociale

Giubileo2015Roma, 9 dicembre 2015.  "Il Giubileo della Misericordia che si aperto ieri è una occasione davvero straordinaria di dare slancio alla nostra vita personale e sociale, protendendoci soprattutto verso i più deboli, accendendo i fari su tutte le “periferie” urbane ed esistenziali che ci circondano". E' quanto sottolinea la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan sul quotidiano della Cisl, Conquiste del lavoro. "La Cisl, in questo senso, fa suo il magistero e l'esempio di Papa Francesco, che proprio in una periferia del mondo - Bangui, capitale della Repubblica Centrafricana - ha voluto dare di fatto il via a questo Anno Santo. Da quel Paese in guerra il Papa ha inviato un coraggioso messaggio di speranza e di pace, tanto più necessario nel momento in cui la “terza guerra mondiale a pezzi” ha già prodotto un drammatico bilancio di morte e di nuove tensioni. Entrando pesantemente nella nostra vita quotidiana, che rischia di essere trasformata da paure e chiusure.
La Cisl vuol continuare ad essere ponte tra culture e generazioni diverse. E rilancia l'idea di celebrare il Giubileo del Lavoro, il primo maggio, insieme a Papa Francesco che ha dimostrato ogni giorno, dall'inizio del suo pontificato, la sua grande vicinanza ai lavoratori, ai poveri e ai giovani, richiamando la solidarietà come elemento di ricchezza dell'Italia e di tutto il mondo.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.