'Verità per Regeni', la Cisl aderisce alla Campagna di Amnesty International e partecipa al sit-in davanti all'Ambasciata Egiziana

REGENIAnche la Cisl aderisce alla campagna promossa da Amnesty International a favore di Giulio Regeni, per non permettere che il suo assassinio possa essere dimenticato e quindi per chiederne la verità. "Il Governo Egiziano deve rispondere su questo crimine. La famiglia e l’Italia hanno il diritto di conoscere la verità dalle autorità egiziane sulla morte di Giulio Regeni" ha sottolineato la Segretaria Confederale Cisl, Giovanna Ventura.  

“La Cisl ha aderito a questa importante iniziativa di Amnesty International Italia convinta fin dal primo momento della necessità di fare al più presto luce su quanto accaduto al ricercatore italiano, Giulio Regeni, barbaramente ucciso a Il Cairo” ha dichiarato Liliana Ocmin, Responsabile Giovanni Donne Immigrati Cisl nel corso del sit -in organizzato davanti all’ambasciata d’ Egitto a Roma da Amnesty International Italia: ‘Verità per Giulio Regeni’. “Giulio Regeni poteva essere uno dei nostri ragazzi, figlio di ognuno di noi. La Cisl fin dall’ inizio di questa tragica vicenda è stata vicina alla famiglia del nostro connazionale ed anche oggi è tornata a chiedere con forza di dare un nome ai responsabili di un così efferato delitto. Noi non ci fermeremo fino a quando non sarà stata fatta chiarezza e non si saranno affidati i colpevoli alla giustizia. Non vogliamo verità di comodo ma una verità certa, solo così, infatti, potremo dare giustizia ad un giovane che viveva ed operava per la ricerca libera ed in nome della democrazia e dei diritti sindacali”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.