70 anni dal voto alle donne. Pari dignità e pari opportunità anche attraverso un nuovo sistema contrattuale"

Roma, 1° giugno 2016. "Occorre rimettere al centro il tema delle pari dignita', delle pari opportunita' e della qualita' del lavoro della donna nella societa' italiana anche attraverso la contrattazione nazionale ed aziendale". Lo ha affermato la Segreteria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, nel suo intervento al Convegno di Cgil, Cisl e Uil sulla Costituente a 70 anni dal voto alle donne. "In questi anni oltre alla crisi economica abbiano fatto i conti anche con una cultura che ha disperso e non ha valorizzato il ruolo del lavoro e soprattutto quello delle donne", ha detto la Furlan per la quale "ridiscutere di un nuovo sistema contrattuale e di innovazione nelle relazioni industriali puo' significare oggi trovare anche delle sedi concrete in cui poter affrontare il tema di una migliore conciliazione tra lavoro e famiglia, per una effettiva valorizzazione del lavoro femminile". Per la leader della Cisl, "la contrattazione nazionale ed aziendale, oltre che uno strumento di partecipazione e di coesione sociale, e' una delle strade per recuperare il dato valoriale del lavoro della donna in tutti gli ambiti di cui il paese ha fortemente bisogno, superando le contraddizioni del passato. Anche il welfare contrattuale e' oggi un'occasione straordinaria da utilizzare come elemento cardine per un cambiamento delle relazioni industriali e della sociata' italiana, allargando la rappresentanza del sindacato". La Furlan ha sottolineato che "bisogna recuperare lo spirito di forte coesione sociale, di partecipazione e di conciliazione tra le diverse culture che caratterizzo' il dopoguerra ed in particolare l'esperienza della Costituente, riaffermando anche il ruolo responsabile delle parti sociali nelle grandi scelte e nei processi economici per il rilancio del paese".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.