Pensioni. Riprende il confronto tra il governo e sindacati

Roma, 23 giugno 2016. Ripreso il confronto tra governo e sindacati sugli interventi per una maggiore flessibilità nell'accesso alla pensione. Al tavolo con Cgil, Cisl e Uil erano presenti il Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, e il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini. L’agenda del confronto ha fissato nuovi incontri per il 28 giugno (su erogazione degli assegni) e il 30 giugno (mercato del lavoro). "Il tavolo con il Governo continua con un dialogo positivo finalizzato a trovare soluzioni ai problemi strutturali presenti nella normativa previdenziale che creano forte disagio alle persone. Il lavoro va avanti a favore di quanti sono stati penalizzati dallka riforma fornero" – così ha dichiarato il Segretario confederale della Cisl, Maurizio Petriccioli, alla fine dell' incontro sulle pensioni - "Si è deciso di proseguire gli incontri per affrontare nel concreto la complessità di questi cambiamenti – continua il Segretario confederale - che riguardano i lavori usuranti, la condizione dei lavoratori precoci, le ricongiunzioni onerose, la flessibilità in uscita, la previdenza complentare, gli esodati". In mattinata la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, rispondendo ai giornalisti a margine di una visita ai cantieri della terza corsia della A/1 ha ribadito che “serve cambiare la legge Fornero, la peggiore d’Europa. "Finalmente il governo ha capito quali sono i temi davvero importanti per gli italiani e le italiane: il lavoro e cambiare la peggiore legge sulle pensioni d'Europa. La legge Fornero non tiene minimamente conto della compatibilità sociale. Abbiamo davanti il tema della compatibilità economica, ce ne rendiamo conto e ce ne facciano carico, ma accanto a quello c'è la compatibilità sociale, che non è minimamente rispettata".

Leggi anche

Pensioni, tavolo governo-sindacati. Furlan: "Si è attivato un confronto vero su questioni prioritarie per gli italiani"

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.