Pensioni, prosegue il confronto Governo-sindacati. Cisl: “Equiparare no tax area tra lavoratori dipendenti e pensionati"

Roma, 28 giugno 2016. "Esiste nel paese un diffuso problema di diminuzione del reddito nella disponibilità dei pensionati italiani che in questi anni di crisi hanno svolto un ruolo di sostegno al reddito verso chi nella famiglia ha perso il lavoro o lo ha visto diminuire". Lo ha detto il Segretario confederale della Cisl, Maurizio Petriccioli, alla fine dell' incontro con il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti ed il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Tommaso Nannicini. Un secondo round che fa seguito al tavolo del 23 giugno scorso con il quale è ripreso il confronto tra governo e sindacati sugli interventi per una maggiore flessibilità nell'accesso alla pensione. In particolare in questo incontro la Cisl ha chiesto una equiparazione della no tax area tra lavoratori dipendenti e pensionati.

"La Cisl ritiene necessario che il positivo confronto aperto con il Governo possa individuare nuove soluzioni riferite alla equiparazione tra pensionati e lavoratori dipendenti sulla no tax area. Ci attendiamo inoltre che dal comune lavoro con il Governo possano con chiarezza essere rappresentati separatamente i costi della assistenza con quelli della previdenza e che si realizzi un nuovo strumento di perequazione delle pensioni anche a seguito di quanto sentenziato in materia dalla Corte Costituzionale".

LEGGI ANCHE: 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.