Ddl povertà. Furlan: "Reddito di inclusione prima tappa verso misura universale di contrasto alla povertà"

Roma, 14 luglio 2016. E' stato approvato dalla Camera il Disegno di legge recante misure per il contrasto della povertà che introduce una "misura nazionale" di carattere universale, denominata "reddito di inclusione". Si tratta di una legge delega all'Esecutivo che dovrà emanare entro sei mesi uno o più decreti legislativi di attuazione. “Il reddito di inclusione è una prima tappa verso il traguardo di una misura universale di contrasto alla povertà con cui affrontare il problema grave dell'aumento delle disuguaglianze sociali nel nostro paese". Ha commentato la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan. “Il provvedimento importante approvato oggi alla Camera, proprio nel giorno in cui l’Istat ha diffuso dati drammatici sul livello di povertà nel nostro paese, è il frutto della pressione che il sindacato insieme all’Alleanza contro la povertà hanno compiuto in questi mesi attraverso un confronto costruttivo con il Governo ed in particolare con il Ministro del Welfare. E' chiaro che bisogna fare molto di più sul piano della crescita, degli investimenti e delle misure per favorire il lavoro, soprattutto dei giovani e delle donne nel nostro paese. Ma solo con il dialogo e con il protagonismo dei corpi sociali si possono affrontare in maniera concreta e responsabile temi così importanti come la riorganizzazione del welfare e l’inclusione sociale delle persone più deboli della società italiana che oggi si trovano purtroppo in condizioni di grave disagio e difficoltà economiche”.

Leggi anche:

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.