COS'È LA CISL        CENTRO STUDI CISL        ISCRIVITI        BILANCI        INTRANET        CONTATTI        ENGLISH        CERCA

I GRANDI TEMI

 
Iscriviti OnLine
 
Tessera Cisl 2011
 
Numero verde Cisl
 

OSSERVATORI CISL

 

ARCHIVIO

 
 
Piemonte. Cgil-Cisl-Uil: "Tasi, il comune ha accolto le nostre richieste"

Contributo fino a 100 euro per lavoratori dipendenti e pensionati con reddito ISEE fino a 17 mila euro


Torino, 17 settembre 2014. L'Amministrazione Comunale di Torino ha accolto le richieste di CGIL CISL UIL di costituire un nuovo Fondo perequativo per la TASI al fine di alleggerire il peso della nuova imposta sulla casa ed aiutare le famiglie (mono o bi reddito e proprietarie di unico immobile adibito a prima casa) di lavoratori dipendenti e pensionati con i redditi più bassi o con situazioni di difficoltà.

Il Fondo verrà incrementato rispetto all'analogo creato per mitigare gli effetti dell'IMU e avrà una
dotazione di circa 1.300.000 euro.
Questo permetterà di ampliare la platea dei percettori del contributo alle famiglie con reddito ISEE fino a 17.000 euro (in precedenza, per la vecchia IMU prima casa, la soglia ISEE era stata di
13.000 euro). Il contributo sarà riconosciuto nella misura massima di 100 euro.

"È stata anche accolta - spiegano Costanza Becera (Cgil), Giorgio Bizzarri (Cisl) e Franco Lo Grasso (Uil) - la nostra richiesta per l'estensione della detrazione di 30 euro, analoga a quella per i figli fino a 26 anni, per i nuclei familiari con componente disabile. La detrazione in questo caso è indipendente dal reddito e dall'età. Infine si è convenuto che, in sede di individuazione dei beneficiari del contributo, si terrà conto di variazioni reddituali istantanee, dovute a licenziamento, cassa integrazione e/o mobilità (utilizzando le istanze presentate ai fini TARI )".

Il contributo verrà erogato in maniera automatica in analogia con quanto già sperimentato per l'allora Fondo perequativo IMU prima casa, sulla base delle istanze presentate, corredate da certificazione ISEE.

CGIL CISL e UIL, insieme alle organizzazioni dei pensionati, anch'esse firmatarie del verbale di intesa, esprimono soddisfazione per l'importante risultato raggiunto che permetterà ad almeno ulteriori 2.500 famiglie torinesi di essere destinatarie del contributo, in aggiunta alle circa 11.000 dell'ultimo anno in cui si era pagata l'IMU sulla prima casa, per un totale pari a circa 13.000 nuclei familiari beneficiari del rimborso.

Ufficio stampa Piemonte

LE NOTIZIE
Sede nazionale: via Po, 21 - Roma (Italy)
Aderente alla Confederazione Europea dei Sindacati - CES (ETUC) e alla Confederazione Internazionale dei Sindacati (ITUC-CIS)
Licenza SIAE 2279/I/777