COS'È LA CISL        CENTRO STUDI CISL        ISCRIVITI        BILANCI        INTRANET        CONTATTI        ENGLISH        CERCA

I DIPARTIMENTI

 
Iscriviti OnLine
 
Tessera Cisl 2011
 
Numero verde Cisl
 

OSSERVATORI CISL

 

ARCHIVIO

 
 
 
Terziario. Pulizia e ristorazione ministero della difesa, domani lo sciopero indetto da Fisascat Cisl, Filcams Cgil, Uiltucs e Uiltrasporti

La mobilitazione sindacale in tutta Italia contro i tagli delle risorse per i servizi in appalto. Fisascat: “Ormai solo contratti individuali a poche ore settimanali e solo per svolgere i servizi essenziali”.

Roma, 25 maggio 2015 - La spending review si fa ancora pesantemente sentire nel settore dei servizi negli appalti pubblici, con devastanti effetti anche sulla qualità dell'occupazione. Lo sanno bene gli oltre 1.500 addetti ai servizi di pulizia e ristorazione in appalto del ministero della Difesa che domani incroceranno le braccia e scenderanno in piazza per manifestare tutto il loro dissenso contro i tagli alla spesa pubblica, che hanno di fatto comportato un drammatico mutamento dei contratti individuali di lavoro, ridotti a poche ore settimanali e solo per lo svolgimento dei servizi essenziali. La protesta, indetta dai sindacali nazionali di categoria Fisascat Filcams Uiltucs e UIltrasporti, è stata decisa in seguito all'ultimo incontro presso il dicastero nel corso del quale è stato annunciato, per il 2015, il taglio di circa 9 milioni di euro rispetto all'anno precedente.
"Nonostante il ministero della Difesa abbia convenuto sulla gravità della situazione che coinvolge migliaia di addetti ed abbia manifestato la volontà di adoperarsi per individuare una soluzione - ha dichiarato il funzionario della Fisascat nazionale Alfredo Magnifico - crediamo sia urgente dare al più presto un concreto segnale per assicurare la continuità occupazionale e reddituale alle lavoratrici ed ai lavoratgori lavoratori impiegati nei servizi di pulizia e ristorazione in appalto, che ormai lavorano esclusivamente con contratti individuali a poche ore settimanali, con i conseguenti e inevitabili tagli sui salari".
A Roma la mobilitazione sarà supportata con un presidio che i sindacati promuoveranno a partire dalle ore 9.30 davanti la sede del ministero della Difesa in Piazza San Bernardo.

Ufficio Stampa Fisascat Cisl Nazionale

LE NOTIZIE
Sede nazionale: via Po, 21 - Roma (Italy)
Aderente alla Confederazione Europea dei Sindacati - CES (ETUC) e alla Confederazione Internazionale dei Sindacati (ITUC-CIS)
Licenza SIAE 2279/I/777