COS'È LA CISL            CENTRO STUDI CISL            ISCRIVITI             INTRANET             CONTATTI              ENGLISH           CERCA

I GRANDI TEMI

 
Iscriviti OnLine
 
Tessera Cisl 2011
 
Numero verde Cisl
 

OSSERVATORI CISL

 

ARCHIVIO

 
 
Dl lavoro. Sbarra (Cisl): "Apprezziamo i miglioramenti ma vanno favorite in ogni modo le stabilizzazioni"

Commenta così Luigi Sbarra, Segretario confederale Cisl gli emendamenti al Dl lavoro

Roma, 17 aprile 2014- "La Commissione Lavoro ha migliorato il testo del decreto legge, anche recependo alcune delle nostre osservazioni, in particolare riducendo il numero di proroghe e rafforzando il diritto di precedenza per il contratto a termine, e ripristinando, per l'apprendistato, sia la forma scritta per il progetto formativo, sia  l'obbligo di formazione pubblica,   con esonero per l'azienda nel caso la Regione non la eroghi, sia una percentuale di stabilizzazione del 20% per le aziende medio-grandi". Luigi Sbarra, Segretario confederale Cisl commenta in una nota gli emendamenti al Dl lavoro.
"La Cisl continua a chiedere che la flessibilità debba essere compensata, ed insiste quindi su una indennità per i lavoratori non stabilizzati al termine del contratto, anche sotto forma di  voucher formativo - sottolinea - nonché su forti incentivi per le aziende che trasformano il contratto a termine in contratto a tempo indeterminato".
"Inoltre serve un sistema serio di  verifiche sull'effettivo svolgimento della formazione prevista in apprendistato - prosegue Sbarra - Infine, chiediamo che venga stabilita una percentuale complessiva sull'organico, comprensiva di tutte le forme flessibili, anche quelle costituite da rapporti di lavoro autonomo e parasubordinato. Su tutti questi temi va  impegnata la contrattazione collettiva, rafforzandone il ruolo anche a livello territoriale e aziendale. Probabilmente affidando maggiormente la regolamentazione di queste materie alla contrattazione si eviterebbero scontri ideologici e si verrebbe incontro in misura maggiore alle esigenze di aziende e lavoratori".
"Manca, purtroppo, il rifinanziamento dei contratti di solidarietà - conclude - soprattutto per le piccole e medie imprese, per i quali sono esaurite le risorse stanziate in legge di stabilità. Si tratta di uno strumento importantissimo per affrontare le crisi e va sostenuto".

Ufficio Stampa Cisl -

LE NOTIZIE
Sede nazionale: via Po, 21 - Roma (Italy)
Aderente alla Confederazione Europea dei Sindacati - CES (ETUC) e alla Confederazione Internazionale dei Sindacati (ITUC-CIS)
Licenza SIAE 2279/I/777