COS'È LA CISL        CENTRO STUDI CISL        ISCRIVITI        BILANCI        INTRANET        CONTATTI        ENGLISH        CERCA

I DIPARTIMENTI

 
Iscriviti OnLine
 
Tessera Cisl 2011
 
Numero verde Cisl
 

OSSERVATORI CISL

 

ARCHIVIO

 
 
Alenia, Fim Cisl: "Intensificare il confronto"

Così il Segretario nazionale Fim Cisl Michele Zanocco al termine dell'incontro preliminare tra le Segreterie nazionali Fim, Fiom, Uilm e Alenia in vista della presentazione del bilancio Finmeccanica previsto per il 18 marzo prossimo.


Roma, 26 febbraio 2015 - Oggi si è svolto un incontro preliminare tra le Segreterie nazionali Fim, Fiom, Uilm e la società Alenia durante il quale sono state fornite alcune indicazioni di tendenza, non definitive relativamente all'anno 2014 e le linee guida degli interventi per il prossimo anno da declinare in modo più preciso nel successivo confronto che si terrà dopo la presentazione del bilancio Finmeccanica previsto per il 18 marzo prossimo.
"Da queste prime analisi - spiega il Segretario nazionale Fim Cisl Michele Zanocco - si delineano tendenze di chiusura positive in tutti gli indicatori: dal portafoglio ordini, ai ricavi, alla liquidità che danno il segno di aver colto l'importante inversione di tendenza impressa a partire dal difficile accordo di riorganizzazione del 2011 che ha visto il sindacato impegnato e la FIM CISL in prima linea per favorire il rilancio della Società.
Gli ambiti di intervento sono stati molteplici nell'organizzazione del lavoro, negli investimenti, dal recupero della marginalità dei prodotti all'efficientamento dell'ingegneria e della supply chain.
E' stata evidenziata la permanenza di criticità in alcuni importanti programmi a partire dal Boeing 787 che necessita di ulteriori forti e urgenti interventi per recuperare non solo la marginalità del programma ma soprattutto l'efficienza e la produttività di alcune fasi del processo che a tutt'oggi registrano difficoltà che se non risolte rischiano di far fallire l'intero programma portando con se pesanti rischi occupazionali ma non solo.
La ricerca di opportunità per il recupero della marginalità, la revisione dei processi produttivi e contemporaneamente lo sviluppo di nuove attività industriali solide ed ad alto contenuto manifatturiero oltre che remunerative ha portato l'azienda anche a percorrere anche altre vie.
L'azienda ha infatti annunciato l'intenzione di ricomporre il processo del programma C27J concentrandolo a Caselle (TO), e avviare la cessione di ramo d'azienda dello stabilimento di Capodichino alla società Atitech (partecipata al 10% da Finmeccanica oltre che da Alitalia-Ethiad) per lanciare il piano di sviluppo dello stabilimento nell'ambito delle manutenzioni aeronautiche, mantenendo lo sviluppo di attività legate ad altri velivoli in cui oggi lo stabilimento è impegnato. Tale operazione interesserà nel corso dell'anno anche lo stabilimento di Tessera (Ve).
A questo riguardo nel corso delle prossime settimane si avvierà il confronto tra le società interessate e le organizzazioni sindacali per approfondire i contenuti del progetto industriale, le opportunità di crescita occupazionale e verificarne la solidità di prospettiva assieme alle garanzie per i lavoratori coinvolti.
L'azienda ritiene che 2015 sarà un anno di ulteriori grandi sfide ed opportunità per il rilancio della divisione aeronautica di Finmeccanica partendo da nuovi programmi e sviluppo/aggiornamento dei prodotti nell'ambito militare, consolidamento delle vendite e miglioramento delle performance industriali nel civile, guardando al futuro da protagonisti nel campo dei velivoli senza pilota.
Come Fim Cisl riteniamo che gli importanti risultati raggiunti nel corso dello scorso anno, ci consegnano un'azienda che sta gettando le basi per un nuovo protagonismo nei mercati ma soprattutto per il paese.
Riteniamo però ci sia ancora molto da fare e per questo abbiamo chiesto di intensificare il confronto sindacale ad ogni livello per dare il nostro contributo anche in modo critico sui programmi di efficientamento e sviluppo dell'azienda per garantire sviluppo industriale ed occupazionale, in questo settore importante, che deve continuare a vedere il nostro Paese protagonista.
La decisione di incrementare il protagonismo di Alenia e Finmeccanica ritornando verso le attività di revisione e manutenzione devono vederci convinti della consistenza di questa operazione. Per questo riteniamo che al più presto sia necessario avviare il confronto di merito". Ufficio Stampa Fim Cisl

LE NOTIZIE

Sede nazionale: via Po, 21 - Roma (Italy)
Aderente alla Confederazione Europea dei Sindacati - CES (ETUC) e alla Confederazione Internazionale dei Sindacati (ITUC-CIS)
Licenza SIAE 2279/I/777