"Cosa ci insegna il caso Fca-Renault", intervento di Annamaria Furlan, 'La Repubblica', 10 giugno 2019

FurlanL'Europa non sarà il cuore dell'auto mondiale come avrebbe potuto essere con la nascita di una alleanza destinata a tenere insieme Detroit, Parigi, Tokyo e Torino. Spiace dirlo, ma il Governo francese, sostenuto da una parte del sindacato transalpino, ha dimostrato di praticare un europeismo solo di facciata, di volersi rinchiudere nel proprio 'sovranismo industriale', incapace di capire quanto sarebbe stato importante per l'Europa controllare una fetta dell'industria  dell'auto e dell'economia mondiale. Con la fusione si sarebbe creato un player internazionale in un settore strategico. Si è persa un'occasione per far progredire tre aziende con problemi simili, con giustificazioni che nulla hanno a che vedere con il futuro del mercato dell'auto. Il protezionismo, il localismo non sono la ricetta per difendere posti di lavoro e sviluppo. Se da un lato va stigmatizzato l'atteggiamento provinciale di Parigi, dall'altro la vicenda mette a nudo la mancanza di una visione di politica industriale del nostro Governo.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (la-repubblica-10-giugno-2019.pdf)La Repubblica156 kB

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa