"I lavoratori non sono merce. Noi saremo al loro fianco per far ripartire la trattativa". Intervista ad Annmaria Furlan, "Corriere del Mezzogiorno" del 17 ottobre 2019

furlanbis"Il lavoro viene prima del profitto". Interviene così, la Segretaria generale della Cisl, sulla vertenza Whirpool. "Non deve chiudere, non può chiudere. La Cisl è pronta ad appoggiare la lotta fino in fondo, perché i lavoratori non sono merce e le multinazionali non possono chiudere gli stabilimenti come se niente fosse. Serve responsabilità sociale, ancor di più qui nelle aree a rischio. Perciò ci batteremo affinché venga riaperto il confronto". 

E sulla manovra economica Furlan commenta “(…) l’intervento annunciato sull’evasione fiscale è un segnale incoraggiante in un Paese dove la frode supera i 400 miliardi l’anno, così come è importante l’intervento di riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori, come avevamo chiesto da tempo, anche se le risorse vanno aumentate. Ma questo non basta, Serve un segnale anche per sostenere i redditi dei pensionati e sbloccare dal prossimo anno con maggiori fondi i contratti del pubblico impiego”

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (corriere del mezzogiorno.pdf)Corriere del Mezzogiorno302 kB

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa