"Protesta sbagliata ma l'esecutivo ha fatto un pasticcio", su "Il Corriere della Sera" del 12 dicembre 2014

b_180_160_16777215_00_images_foto_annamaria_furlan.jpg


"Mi sembra che il governo abbia fatto un vero pasticcio. Esiste una legge che assicura i servizi essenziali, va seguita la legge. Detto questo, il diritto di sciopero è un grande strumento di civiltà, e anche se non è il fine della lotta sindacale, è sacrosanto". Commenta così il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan, la precettazione, e la successiva revoca, dei ferrovieri. "Ho grande rispetto per le altre organizzazioni sindacali ma rivendico la nostra linea. -ribadisce Furlan in merito alla posizione della Cisl sulla protesta indetta da Cgil e Uil-. Il primo dicembre abbiamo scioperato nel pubblico impiego, per il quale sono 6 anni che non viene rinnovato il contratto. Lo sciopero generale non è lo strumento adeguato per un Paese che ha perso 25 punti di produzione industriale".

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (corsera-12-dic-2015.pdf)corsera-12-dic-2015.pdf128 kB

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa