"Io sto con Saviano contro il nuovo schiavismo", intervento di Annamaria Furlan, 'La Repubblica', 9 Giugno 2018

furlanbis La morte del sindacalista maliano Soumalia Sacko, ucciso in Calabria nel ghetto di San Ferdinando è stato un atto terribile, un delitto che non può essere liquidato come una vicenda di microcriminalità. Alla base c'è un sistema di illegalità diffusa, quel vuoto infelice di cui parla Roberto Saviano, nel silenzio delle istituzioni locali, dell'apparato produttivo e financo delle multinazionali dell'industria agroalimentare che fingono di non vedere. Sono anni che il sindacato denuncia la situazione di sfruttamento e di degrado in cui sono costretti a vivere migliaia di lavoratori immigrati. Abbiamo fatto decine di manifestazioni, scioperi, tante iniziative pubbliche di denuncia. Ma non basta. E Il 5 giugno i sindacati di categoria del settore agroalimentare hanno proclamato uno sciopero in tutta Italia per un contratto dignitoso, per la sicurezza e contro ogni forma di sfruttamento. E noi saremo al loro fianco in questa giusta battaglia”.

 

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (la-repubblica-9giu18.pdf)La Repubblica128 kB

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa