"Troppi messaggi di rottura nel Paese. Noi vogliamo unire il mondo del lavoro", articolo di Annamria Furlan, Il Dubbio, 3 Luglio 2018

furlanbisCi attende una nuova sfida: riorganizzare il nostro sistema di servizi per renderlo più efficiente e più adeguato alle nuove esigenze ed ai bisogni dei nostri iscritti, delle cittadine e dei cittadini, delle famiglie, dei giovani, degli immigrati, di quanti si accostano al sindacato, anche in relazione alle trasformazioni sociali, economiche e tecnologiche della società italiana.In un Paese dove si veicolano solo messaggi di rottura tra lavoro ed impresa, tra chi il lavoro ce l’ha e chi non lo ha, tra le generazioni, tra cittadini italiani ed immigrati, attraverso la nostra rete dei servizi, si possono riannodare i fili del vivere insieme, valorizzando la centralità del valore del lavoro e della solidarietà. I servizi del sindacato sono un concreto sostegno a tutte le persone più deboli, ai poveri, agli esclusi della società.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Il-Dubbio-03-07-2018.pdf)Il Dubbio770 kB

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa