• TavFurlan:

    Tav
    Furlan: "Inaccettabile il blocco delle infrastrutture. Significa migliaia di posti di lavoro in meno"

    Continua...

  • RegioniFurlan:

    Regioni
    Furlan: "L'Autonomia differenziata non può prescindere dalla solidarietà nazionale"

    Continua...

  • SindacatoSebastiano Cappuccio eletto nuovo segretario generale della Cisl Sicilia. Furlan:

    Sindacato
    Sebastiano Cappuccio eletto nuovo segretario generale della Cisl Sicilia. Furlan: "Il Sud, drammaticamente dimenticato dal Governo"

    Continua...

  • Imponente manifestazione a Roma di Cgil Cisl Uil Furlan:

    Imponente manifestazione a Roma di Cgil Cisl Uil
    Furlan: "Ora il governo esca dalla realtà virtuale e si confronti con il sindacato"

    Continua...

  • VenezuelaFurlan:

    Venezuela
    Furlan: "Fare proprio l'appello del Presidente Mattarella
    perchè l'Italia si schieri per la democrazia"

    Continua...

  • Sea Watch Raggiunto accordo in sede europeaFurlan: “Far sbarcare i  47 migranti,  un atto di buon senso e di responsabilità”

    Sea Watch
    Raggiunto accordo in sede europea
    Furlan: “Far sbarcare i 47 migranti, un atto di buon senso e di responsabilità”

    Continua...

  • Sindacato Furlan:

    Sindacato
    Furlan: "Cisl primo sindacato nel comparto istruzione e funzioni centrali P.A. Ottimi risultati in tutti i settori del Pubblico Impiego"

    Continua...

  • TavFurlan:

    Tav
    Furlan: "Blocco delle infrastrutture inaccettabile. Significa migliaia di posti di lavoro in meno"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Sanità. Cgil, Cisl, Uil, bene nuovo Piano per liste d’attesa, ma servono risorse e partecipazione di lavoratori e cittadini

Roma, 22 febbraio 2019  - “Il nuovo Piano nazionale del Governo per le liste d’attesa 2018-2020, appena approvato con l’Intesa... continua

Inps. Furlan: "Auguri a Tridico e Verbaro. Non faremo mancare il nostro contributo propositivo per rafforzare la partecipazione dei lavoratori"

21 febbraio 2019 -  "Auguri al professore Pasquale Tridico, nominato Commissario dell’Inps ed al sub Commissario, Francesco Verbaro. Non faremo... continua

Inps. Sbarra: "Il mercato del lavoro sta entrando in sofferenza, servono misure su crescita ed investimenti"

21 febbraio 2019 - "Dati in chiaroscuro quelli diffusi oggi dall’Inps. Sembra di poter leggere i primi effetti sul mercato... continua

Previdenza. Cgil, Cisl, Uil il 25 febbraio convocate dal Governo al Ministero del Lavoro

Roma, 21 febbraio 2019 - "Cgil, Cisl, Uil ribadiscono che Quota 100 rappresenta, nel prossimo triennio, un’opportunità per i lavoratori... continua

Reddito Cittadinanza. Sindacati: "Ancora una volta gli immigrati saranno discriminati"

Roma, 21 febbraio 2019.  “Una misura ulteriormente discriminatoria nei confronti degli immigrati  che si troveranno, purtroppo, di fronte a nuovi... continua

Editoria. Furlan: "In bocca al lupo a Carlo Verdelli nuovo direttore di Repubblica"

20 febbraio 2019 -  “Congratulazioni ed un cordiale in bocca al lupo a Carlo Verdelli da oggi nuovo direttore di... continua

Labor TV

#FuturoalLavoro - Intervento di Annamaria Furlan alla Manifestazione del 9 febbraio a Roma

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • Articolo di Annamaria Furlan su diseguaglianze sociali "Il Dubbio" e intervista su Manifestazione 9 febbraio "Avvenire" 8 febbraio 2019

    b_180_160_16777215_00_images_foto_annamaria_20150414_110016_97CCCA88.jpg""Domani saremo in piazza per dare una scossa, questa manovra blocca il paese. E' tutto molto chiaro ciò che sta accadendo,  calano la produzione industriale e gli investimenti, le cose vanno male e questa legge di bilancio non riesce a rilanciare l'economia del paese nonstante l'ottimismo immotivato del Governo. I report sull'economia italiana sono preoccupanti e il sindacato non può non essere in prima fila e battersi per un cambio di rotta. I sacrifici che gli italiani hanno fatto in questi anni di grossa crisi non possono essere buttati al vento. Per questi motivi domani saremo in piazza con migliaia di lavoratori, pensionati, donne, immigrati e tanti giovani di tutte le regioni d'Italia, per dire che il futuro del paese si costruisce con il lavoro".

FOCUS

  • Le priorità per la legge di Bilancio 2019: Piattaforma Cgi Cisl Uil

    bandiere cgil cisl uilLe proposte di Cgil, Cisl, Uil per la crescita e lo sviluppo del Paese, contenute nella Piattaforma approvata dagli Esecutivi unitari riuniti il 22 ottobre scorso per valutare il Def e la legge di Bilancio 2019.

  • Pensioni. Le richieste della Cisl per il confronto con il Governo

    richiestecislRoma, 10 agosto 2018. " Occorre che il Governo apra ai primi di settembre in vista della predisposizione della legge di stabilita' un confronto con il sindacato sul tema delle pensioni. La Cisl, unitamente alle altre confederazioni, ha recentemente inviato proprio una richiesta di incontro al Ministro del Lavoro allo scopo di discutere le possibili scelte da compiere in materia previdenziale". 

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

Tesseramento 2019

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Abruzzo. Malandra (Cisl): "Regione in crescita lenta ma le PMI soffrono ancora"

Abruzzo, 19 luglio 2018. “Le persone di 15 anni e più che in Abruzzo hanno svolto almeno un’ora di lavoro retribuito, nei primi tre mesi del 2018, sono 501 mila. “Un’occupazione che, rispetto al I trimestre dell’anno scorso, è incrementata di 37 mila occupati ma, in termini assoluti e non considerando la qualità precaria dei rapporti di lavoro, mancano ancora all’appello 14 mila posti per ritornare ai valori pre-crisi” - commenta così il Segretario della CISL AbruzzoMolise, Leo Malandra i dati pubblicati dall’Istat durante la conferenza stampa di questa mattina alla presenza del Prof. Giuseppe Mauro, Ordinario di Politica Economica presso la Facoltà di Economia  della Università D’Annunzio di Pescara-Chieti . Il tasso di occupazione ha raggiunto il 58,1% recuperando più di 4 punti percentuali rispetto al I dell’anno scorso,ma sempre distante al valore del 2008, dove era pari al 59,5%. L’incremento occupazionale si concentra nell’agricoltura e nell’attività dei servizi, ma non nel commercio, negli alberghi e nella ristorazione. Anche l’industria in senso stretto e le costruzioni, in questo primo trimestre, mostrano una ripresa. Questa tendenza positiva dei settori produttivi non ha comunque riportato ai valori del 2008. Sono 60 mila i disoccupati, ossia coloro che tra i 15 e 74 anni si sono mossi a cercare lavoro. Un numero ancora elevato. Il tasso di disoccupazione è diminuito nel I trimestre 2018, ma rimane tuttavia ben sopra i livelli pre-crisi (6,8%).“La ripresa occupazionale è legata essenzialmente all’aumento dei contratti a tempo determinato come ci segnala l’Inps dall’Osservatorio al Precariato. Un’occupazione che, purtroppo, non è di qualità e non è stabile soprattutto per la mancanza di incentivi, nazionali e regionali, che creerebbero posti di lavoro aggiuntivi a tempo indeterminato” - osserva il Segretario Generale della CISL- “Il tessuto produttivo abruzzese sta risentendo ancora degli effetti della crisi, nonostante il valore dei prodotti esportati sia aumentato del 7,0% ed abbia recuperato il gap rispetto al 2008. Restiamo con un territorio poco competitivo e quindi scarsamente attrattivo per gli investimenti di nuova imprenditoria. Ne è prova il tasso di crescita delle imprese rilevato dalle Camere di commercio abruzzesi che continua ad avere un segno negativo, superiore anche alla media italiana. In Abruzzo abbiamo un sistema economico produttivo a macchia di leopardo con poche grandi e medie  imprese e una miriade di piccole e piccolissime imprese (anche artigiane), quelle che esportano e quelle che hanno difficoltà non solo ad entrare nel mercato estero ma anche a rimanere nel mercato interno, le poche grandi e medie aziende che puntano all’innovazione e alle ricerca, e la stragrande maggioranza di quelle piccole e artigiane che non fanno innovazione e ricerca, sono sottocapitalizzate e sottodimensionate e che, ricordiamolo, rappresentano comunque oltre l’85% del nostro sistema produttivo e che non possono essere lasciate senza sostegno pubblico dalla politica”, - esamina Malandra nell’approfondire i vari dati elaborati dall’Ufficio Studi della CISL- “La lieve crescita economica e produttiva registrata è imputabile solo agli sforzi dell’apparto produttivo delle grandi imprese ed agli investimenti da queste operati. Gli investimenti pubblici sono ancora solo sulla carta degli strumenti di programmazione messi in campo dalla politica, ma in larga parte ancora non operativi e cantierati. L’Abruzzo non può reggersi solo sulla grande impresa manifatturiera, che pure, per rimanere e radicarsi, necessita di interventi infrastrutturali viari, portuali e di estensione della banda larga, come di abbattimento dei costi dell’energia. Ciò che deve essere assolutamente rafforzato è il sistema delle PMI, - dichiara il Professore GIUSEPPE MAURO nel suo intervento-. Il problema della dimensione aziendale rende il modello fragile e vulnerabile, per queste ragioni l’attività imprenditoriale ha bisogno di certezze, credibilità e punti di riferimento come infrastrutture adeguate (materiali e immateriali), di un sistema bancario aperto e pronto a sostenerle nel percorso di consolidamento finanziario e di investimenti in innovazione, ricerca, crescita dimensionale, anche mediante aggregazioni consortili, ed  internazionalizzazione. Il modello di sistema bancario abruzzese dal 2012 è in crisi sia per le sofferenze lorde derivanti da prestiti al di sopra della media italiana, quasi doppia, e addirittura del Mezzogiorno, oltre che per la crisi economica che genera una relazione sempre più stretta tre economia reale e creditizia. Questa nuova situazione subita dalle banche ha conseguentemente avuto effetti fortemente restrittivi sul credito alle imprese, soprattutto quelle più piccole”. Il professore ed il Segretario Generale CISL hanno pertanto sostenuto che “per la ripresa e lo sviluppo dell’intero sistema produttivo abruzzese, non solo vanno urgentemente cantierate le azioni programmate da Masterplan, Patto per lo Sviluppo e dalla Carta di Pescara, ma contestualmente va ridato ossigeno, sostegno, alle PMI. E’ necessario implementare tramite la FIRA le garanzie finanziarie regionali rilasciate dai Confidi; in quest’ottica la Regione ha avviato un percorso condivisibile di rientro in-house, ancora in atto,  per la FIRA allo scopo di renderla lo strumento principe nella programmazione pubblica di sostegno alle imprese. Bisogna creare un “PATTO con il sistema Bancario” per un plafond finalizzato a sostenere, a credito agevolato, progetti d’investimento delle PMI  destinati alla green economy, microcredito, ai programmi di ammodernamento o ampliamento produttivo, alla digitalizzazione, alle start up, e alla promozione dell’export e all’internazionalizzazione, snellendo i tempi di erogazione dei finanziamenti bancari”.  “Solo percorrendo questa strada l’Abruzzo potrà uscire definitivamente dalla crisi e solo così si potrà sperare di creare nuova occupazione stabile, facendo leva oltre che sulla grande e media industria, anche sulle PMI, che rappresentano anch’esse la struttura portante del nostro sistema produttivo, - concludono Malandra e Mauro -”.

PROSSIMI EVENTI

Nessun evento trovato

CONQUISTE DEL LAVORO

Tim: ok al piano. E si allea con la rivale Vodafone per il 5G

L’ad Luigi Gubitosi: l’azienda vuole essere normale e tornare a remunerare i soci con un dividendo. Non è stato ancora...

Tridico commissario dell’Inps

Economista e consulente di Di Di Maio, diventerà presidente dopo la riforma della governanceOsservatorio sul precariato: a gennaio preoccupante incremento...

Non c’è tregua sul fronte del latte

I pastori sardi bloccano la statale 131 e la 195. Mentre si registra un nuovo assalto ad un’autocisterna. Riunione dei...

Cgil Cisl Uil: rafforzare l’Ispettorato del lavoro

Servono più risorse per aumentare l’organico, anche in vista degli effetti di Quota 100Reddito di cittadinanza: paletti più rigidi per...

Industria, è allarme rosso

Istat: a dicembre il fatturato cala del 3,5% rispetto a novembre, subendo il ribasso più forte sul mercato estero. Su...

CONQUISTE DEL LAVORO

Tim: ok al piano. E si allea con la rivale Vodafone per il 5G

L’ad Luigi Gubitosi: l’azienda vuole essere normale e tornare a remunerare i soci con un dividendo. Non è stato ancora...

Tridico commissario dell’Inps

Economista e consulente di Di Di Maio, diventerà presidente dopo la riforma della governanceOsservatorio sul precariato: a gennaio preoccupante incremento...

Non c’è tregua sul fronte del latte

I pastori sardi bloccano la statale 131 e la 195. Mentre si registra un nuovo assalto ad un’autocisterna. Riunione dei...

Cgil Cisl Uil: rafforzare l’Ispettorato del lavoro

Servono più risorse per aumentare l’organico, anche in vista degli effetti di Quota 100Reddito di cittadinanza: paletti più rigidi per...

Industria, è allarme rosso

Istat: a dicembre il fatturato cala del 3,5% rispetto a novembre, subendo il ribasso più forte sul mercato estero. Su...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa