Lombardia. Patronati chiusi domani 4 dicembre e mobilitazione in tutta la regione contro la Legge di stabilità

3 dicembre 2015. In risposta ai tagli previsti dalla legge di stabilità sui Patronati e sui Caf, Cgil, Cisl, Uil e Acli si mobilitano domani 4 dicembre in tutta la Lombardia. I lavoratori dei patronati incroceranno le braccia e tutti i servizi saranno chiusi. In contemporanea, nelle piazze, davanti alle sedi dell'Inps, degli uffici degli enti previdenziali, delle sedi sindacali e della Rai, si terranno presidi e volantinaggi per sensibilizzare l'opinione pubblica. La situazione è grave: sono circa 15 le sedi territoriali dei Patronati che se verranno confermati i tagli previsti dalla legge di stabilità rischiano di non poter proseguire la loro attività. Complessivamente la riduzione delle risorse trasferite dallo Stato ai servizi è di 63 milioni per il 2015-2016 (35 già previsti dalla finanziaria nel 2015, ai quali si aggiungono i 28 della legge di stabilità del 2016 già approvata dal Senato) rispetto ai 430 precedenti. Per i Caf i tagli erano di 40 milioni per il 2016, 70 per il 2017 e 100 a partire dal 2018. Ciò significherà una pesante messa in discussione dei servizi fiscali ai cittadini. La mobilitazione, hanno spiegato i Sindacati, non è tanto in difesa del sindacato e dei suoi operatori, che pure vengono pesantemente colpiti da questi tagli, ma soprattutto per salvaguardare un pezzo importante di stato sociale nel nostro paese, e soprattutto le fasce più deboli della popolazione che vedono nelle nostre attività di tutela un riferimento importante. Angela Presciani, responsabile Inas Cisl Lombardia, sottolinea che “la telematizzazione dell'Inps ha lasciato i cittadini soli, se non potessero rivolgersi ai Patronati non saprebbero come fare. Basta pensare che in Lombardia l'87% delle pratiche dell'istituto è svolto dai Patronati. Oltre ai tagli attuali e a quelli dell'anno scorso i Patronati soffrono il notevole ritardo nell'erogazione del credito che vantano dallo Stato. Dal 2012 al 2014 hanno ricevuto solo l'acconto per i servizi svolti”.

Ufficio Stampa Cisl Lombardia

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa