Sanità. Per la Cisl Sarda la Giunta regionale Pigliaru aumenta l’Irpef per porre rimedio anche ai propri errori nella gestione della sanità sarda

Cagliari, 15 gennaio 2016. La Giunta regionale, con l’aumento dell’addizionale IRPEF, scarica su 200 mila sardi anche i propri errori nella gestione della Sanità regionale. Per migliorare la situazione la Regione organizza per tre anni una colletta tra i contribuenti con un reddito lordo superiore a 31 mila euro/anno. Una gara di generosità obbligata, dalla quale, fortunatamente e con far play governativo, sono state giustamente escluse le fasce più basse dei contribuenti. Le responsabilità politico gestionali dell’Esecutivo regionale - ritardi, rinvii, proroghe di ruoli e incarichi a livello manageriale – sono ormai chiare e costituiscono materia di continuo dibattito.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa