• Sindacato Furlan al Congresso Cgil:

    Sindacato
    Furlan al Congresso Cgil: "Abbiamo bisogno di sindacati coesi e rappresentativi"

    Continua...

  • Manifestazione di Cgil Cisl Uil del 9 febbraio Lettera di Annamaria Furlan agli iscritti:

    Manifestazione di Cgil Cisl Uil del 9 febbraio
    Lettera di Annamaria Furlan agli iscritti: "Mobilitiamoci insieme per cambiare le scelte economiche del Governo"

    Continua...

  • Sindacato Furlan:

    Sindacato
    Furlan: "Cisl primo sindacato nel comparto istruzione e funzioni centrali P.A. Ottimi risultati in tutti i settori del Pubblico Impiego"

    Continua...

  • Riders Sentenza di Torino passo importante. Ora elevare le tutele a tutti i lavoratori della gig economy

    Riders
    Sentenza di Torino passo importante. Ora elevare le tutele a tutti i lavoratori della gig economy

    Continua...

  • MigrantiFurlan:

    Migranti
    Furlan: "Positivo l'accordo su Sea Wacht e Sea Eye. Giusto che sia l’Europa a farsi carico dell’accoglienza"

    Continua...

  • Pensioni Cisl e Fnp:

    Pensioni
    Cisl e Fnp: "Inaccettabile la riduzione della rivalutazione per finanziare altre misure. Pronti alla mobilitazione per cambiare la norma"

    Continua...

  • L’appello del mondo cattolico

    L’appello del mondo cattolico
    "Costruiamo una vera Europa unita delle persone, del lavoro e della crescita"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Editoria. Furlan: "Difendere patrimonio Gazzetta Mezzogiorno"

22 gennaio 2019 -  " Voglio esprimere la solidarieta' ed il sostegno della Cisl ai giornalisti ed a tutti i... continua

Lavoro. Furlan: "Solidarietà a giornalisti e poligrafici della Gazzetta del Mezzogiorno"

Roma 22 gennaio 2019 - “Voglio esprimere la solidarietà ed il sostegno della Cisl ai giornalisti ed a tutti i... continua

Mafia. Furlan: "Solidarieta' a Paolo Borrometi e a Tv2000"

 22 gennaio 2019 - "Solidarieta' della Cisl a Paolo Borrometi di Tv 2000 minacciato di morte. Ancora una vile intimidazione... continua

Dl Semplificazioni. Cuccello: "Necessarie soluzioni che non creino tensioni occupazionali su art. 177 codice appalti"

Roma, 20 gennaio 2019 - “La discussione in atto sul decreto semplificazioni, relativa all’articolo 177 del codice degli appalti ... continua

Governo. Furlan: "Auspico un confronto importante"

Bologna, 21 gennaio 2019 -  "Speriamo che dopo la nostra manifestazione che vedra' la partecipazione di tanti lavoratori, pensionati, giovani... continua

Bankitalia. Furlan: "Il termine recessione spaventa tutti. E' una situazione che preoccupa moltissimo"

Bologna, 21 gennaio 2019 -  "E' una situazione che preoccupa moltissimo": cosi' il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan, ha... continua

Labor TV

Intervento Annamaria Furlan al XVIII Congresso nazionale della Cgil

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • Intervento di Annamaria Furlan da 'Conquiste del lavoro' e 'Il Dubbio' del 22 Gennaio 2019: "Sicurezza sul lavoro primaria emergenza"

    b_180_160_16777215_00_images_foto_annamaria_20150414_110016_97CCCA88.jpg"L'operaio che è mancato ieri all' Ansaldo Energia di Genova aveva poco più di quarant'anni e lascia orfane due ragazze in tenera età. E' una tragedia terribile, e una sconfitta per il nostro paese. Ogni giorno in media tre persone perdono la vita sul lavoro, e questo succede in tutti i settori, privati e pubblici. Nonostante ciò la sicurezza nei luoghi di lavoro è un "non tema" del dibattito politico e istituzionale. Nessun esponente del governo in questi mesi ha usato la parola "sicurezza" riguardo alla sicurezza che davvero manca nei luoghi di lavoro. In appalti e i sub appalti i controllo sono pressocchè inesistenti. Il problema è che se ne parla poco anche nei territori, nelle regioni, nei comuni, nelle scuole, nelle università e sui mass media, tutti luighi dove si dovrebbe costruire una vera alleanza per il rispetto della vita".

FOCUS

  • Le priorità per la legge di Bilancio 2019: Piattaforma Cgi Cisl Uil

    bandiere cgil cisl uilLe proposte di Cgil, Cisl, Uil per la crescita e lo sviluppo del Paese, contenute nella Piattaforma approvata dagli Esecutivi unitari riuniti il 22 ottobre scorso per valutare il Def e la legge di Bilancio 2019.

  • Pensioni. Le richieste della Cisl per il confronto con il Governo

    richiestecislRoma, 10 agosto 2018. " Occorre che il Governo apra ai primi di settembre in vista della predisposizione della legge di stabilita' un confronto con il sindacato sul tema delle pensioni. La Cisl, unitamente alle altre confederazioni, ha recentemente inviato proprio una richiesta di incontro al Ministro del Lavoro allo scopo di discutere le possibili scelte da compiere in materia previdenziale". 

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

tesseramento 2018 orizzontale nologo lowres

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Banche. Cisl Sardegna: Unicredit investe nel Sud Italia, ma esclude la Sardegna

Sassari, 8 marzo 2016. “Con un budget di 17 miliardi, di cui sette per le famiglie e più di 10 per le imprese, Unicredit dà il via – si legge sul Sole 24ore di sabato 5 marzo - al nuovo piano triennale per il Sud, da attuare entro il 2018 in Campania, Puglia, Calabria, Basilicata e Sicilia. Un programma che si inserisce nella cornice più ampia del piano industriale dell’Istituto di credito. Sul Sud l’istituto ha deciso di scommettere per assecondare i timidi segnali di ripresa che in alcune aree si intravedono. La Sardegna è tagliata fuori, ancora una volta- dichiarano Ignazio Ganga, segretario regionale della Cisl Sardegna, e Sergio Mura, segretario regionale della First Cisl Sardegna. “La Cisl, come sindacato che rappresenta i lavoratori bancari e che in Sardegna li rappresenta in modo fortemente maggioritario, non possiamo essere contenti, anche se tutta la nostra costante opposizione a questo modo di intendere le cose, non ha i margini di manovra che vorremmo. La nostra rappresentanza di interessi - proseguono - rischia spesso di vedersi imposto il confine ristretto della scarsa reattività della classe politica regionale.” “E’ inaccettabile che ancora una volta venga scritto a chiarissime lettere che noi veniamo confinati al concetto poco filosofico di terra di raccolta del risparmio… Perché noi abbiamo bisogno, come collettività sarda, di investimenti, molti investimenti, per fronteggiare un presente con poche opportunità di lavoro, ma anche semplicemente di far famiglia, di far studiare i figli, di disegnare un futuro per una regione che da riarsa sta diventando sempre più desolata e non tarderanno a vedersi le svendite dei gioielli di famiglia.” - continuano i due sindacalisti “Ecco perché leggere su Il Sole 24 Ore la notizia degli investimenti per il Sud ci offende. Perché noi siamo sud e anche peggio di ciò che si intende per Sud, dal momento che viviamo la difficoltà aggiuntiva del mare che ci separa dalla terraferma. Eppure noi continuiamo a sollecitare la politica regionale a comprendere che le banche sono il convitato di pietra di ogni ragionamento di crescita e di prospettiva, un convitato senza il quale non si può fare quasi nulla. Continuiamo a sollecitare la politica a farsi parte attiva per un progetto di area che includa le banche, le renda partecipi e in qualche modo le spinga a reinvestire una buona parte di tutto quello che rastrellano nel nostro territorio. Occorrono segnali specifici verso gli investimenti nelle imprese e nell’imprenditorialità giovanile, così come occorrono specifici e seri segnali di investimenti fiduciosi nei giovani che tentano di costruirsi un lavoro che altrimenti non c’è e che vorrebbero anche costruire una famiglia, così come è stato possibile per noi e per i nostri padri. Ma occorre che la politica batta un colpo! A più riprese abbiamo sollecitato il governo regionale nelle sue diverse composizioni affinché riprenda a parlare con le banche e di banche – continuando nella loro dichiarazione. Nel caso di Unicredit, poi, stiamo parlando di un colosso internazionale che potrebbe veramente aiutare la rinascita dell’isola se opportunamente coinvolto. Ad Unicredit si potrebbe chiedere di investire sui giovani, sulle famiglie e sulle imprese, magari ipotizzando una qualsiasi forma di corresponsabilità da parte delle istituzioni. Si potrebbe, perlomeno, spingere l’istituto a spendere meglio i soldi per le necessità che la sua stessa rete ha in Sardegna. Anche piccole cose: più ore per le pulizie delle sedi, più aziende sarde per le ristrutturazioni e per le manutenzioni, più materiali acquistati nell’isola anziché importati da chissà dove, più assunzioni di personale isolano, più personale per sostenere impegni gravosi quali il mantenimento delle tesorerie… Si potrebbero poi fare anche discorsi di più ampio respiro con il Pianeta Casa, la nuova linfa che attrae Unicredit, in un’isola come la nostra che potrebbe schierare fior di persone capaci di far rete. Si potrebbe aprire un serio discorso di micro-credito che sarebbe salvifico per moltissime situazioni di difficoltà temporanea. Si potrebbe ragionare di un’estensione dei benefici derivanti dalla sospensione dei pagamenti delle rate in caso di perdita di lavoro. E via dicendo in un florilegio di idee che potenzialmente non ha confini e che necessita solo che la politica regionale batta un colpo. E se decidesse di farlo, ora potrebbe essere una delle ultime buone occasioni, almeno chiedendo di rientrare a pieno titolo nella definizione che Unicredit dà di sud. Noi della CISL e di First Cisl - concludono i due segretari - ci siamo e ci saremo, sempre a difesa del lavoro e dei lavoratori.” Ufficio stampa Cisl Sardegna

PROSSIMI EVENTI

Nessun evento trovato

CONQUISTE DEL LAVORO

copertina_conquiste_del_lavoro

Blutec, a Termini Imerese è ancora allarme

Stipendi in ritardo e piano che non decolla. Adesso anche la cassa integrazione è a rischio. Lavoratori dell’indotto senza...

Uniti per rilanciare la rappresentanza

Nel giorno di avvio del XVIII Congresso Cgil, Camusso, Furlan e Barbagallo riaprono il cantiere dell’unità sindacale. Appuntamento il...

Tim, Elliott: subito creazione e separazione della rete

Il fondo americano passa al contrattacco dopo lo stop imposto dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al progetto di...

Morto operaio in Ansaldo Energia: è sciopero immediato

Ancora una vittima sul lavoro stamattina a Genova. L'uomo, 42 anni, lascia due figli di 6 e 11 anni.Furlan: un...

Congresso Cgil, si chiude l’era Camusso ma il finale è incerto

Oggi a Bari al via il XVIII Congresso. La sfida tra Landini e Colla appare apertissima.Finora le mediazioni per trovare...

CONQUISTE DEL LAVORO

Blutec, a Termini Imerese è ancora allarme

Stipendi in ritardo e piano che non decolla. Adesso anche la cassa integrazione è a rischio. Lavoratori dell’indotto senza...

Uniti per rilanciare la rappresentanza

Nel giorno di avvio del XVIII Congresso Cgil, Camusso, Furlan e Barbagallo riaprono il cantiere dell’unità sindacale. Appuntamento il...

Tim, Elliott: subito creazione e separazione della rete

Il fondo americano passa al contrattacco dopo lo stop imposto dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al progetto di...

Morto operaio in Ansaldo Energia: è sciopero immediato

Ancora una vittima sul lavoro stamattina a Genova. L'uomo, 42 anni, lascia due figli di 6 e 11 anni.Furlan: un...

Congresso Cgil, si chiude l’era Camusso ma il finale è incerto

Oggi a Bari al via il XVIII Congresso. La sfida tra Landini e Colla appare apertissima.Finora le mediazioni per trovare...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa