Lazio. Servizi pubblici, parte lo stato di agitazione

Roma, 16 Marzo 2016 - Al via oggi lo stato di agitazione dei servizi pubblici del Lazio. E' quanto annunciato ieri da Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Uil Pa Roma e Lazio in una nota congiunta nella quale ricordano le ragioni della protesta di tutti i settori del Lazio che offrono servizi pubblici, compreso il privato sociale che si terrà oggi a Piazza Vidoni a partire dalle ore 17:30. “Nei settori pubblici del Lazio, in soli 10 anni, dal 2004 al 2014, uno scellerato blocco del turn over ha prodotto 28mila occupati in meno" sottolineano i sindacati nella nota. Si è passati da 193mila a 165mila. Un taglio indiscriminato che non ha distinto tra settori sovradimensionati e sotto organico, che non ha efficientato e riqualificato la spesa. Basti citare il caso dell'Inps che, come in questi giorni ricordato dal vertice politico dell'Ente, perde 100 dipendenti al mese. Il risultato è una riduzione dei servizi che l'austerità imposta nell'ultimo lustro ha persino accelerato, investendo i settori privati che offrono servizi pubblici. Una situazione gravissima, una vera e propria crisi sociale ignorata dai più e sottovalutata dalla propaganda del Governo”.

Il comunicato integrale

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (15_MAR_2016_Stato_agitazione_servizi_pubblici_Lazio.pdf)15_MAR_2016_Stato_agitazione_servizi_pubblici_Lazio.pdf156 kB

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa