• Manovra Il 9 febbraio a Roma la manifestazione nazionale Cgil, Cisl, Uil

    Manovra
    Il 9 febbraio a Roma la manifestazione nazionale Cgil, Cisl, Uil

    Continua...

  • Sindacato Furlan:

    Sindacato
    Furlan: "Cisl primo sindacato nel comparto istruzione e funzioni centrali P.A. Ottimi risultati in tutti i settori del Pubblico Impiego"

    Continua...

  • Riders Sentenza di Torino passo importante. Ora elevare le tutele a tutti i lavoratori della gig economy

    Riders
    Sentenza di Torino passo importante. Ora elevare le tutele a tutti i lavoratori della gig economy

    Continua...

  • MigrantiFurlan:

    Migranti
    Furlan: "Positivo l'accordo su Sea Wacht e Sea Eye. Giusto che sia l’Europa a farsi carico dell’accoglienza"

    Continua...

  • Sindacato  Giovanna Ventura eletta Presidente del Caf Cisl nazionale

    Sindacato
    Giovanna Ventura eletta Presidente del Caf Cisl nazionale

    Continua...

  • Pensioni Cisl e Fnp:

    Pensioni
    Cisl e Fnp: "Inaccettabile la riduzione della rivalutazione per finanziare altre misure. Pronti alla mobilitazione per cambiare la norma"

    Continua...

  • L’appello del mondo cattolico

    L’appello del mondo cattolico
    "Costruiamo una vera Europa unita delle persone, del lavoro e della crescita"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Decretone. Cisl: ‘quota 100’ opportunità per lavoratori ma sistema dovrà continuare ad essere riformato

Roma, 18 gennaio 2019 - “Le possibilità di andare in pensione con "Quota 100", con cui si chiede un minimo... continua

Decretone. Furlan: "Ha bisogno di profonde correzioni"

Roma 18 gennaio 2019 - “Il decreto su quota 100 e Reddito di cittadinanza ha bisogno di profonde correzioni ed... continua

Minacce a Mentana. Furlan: "Inaccettabile questo clima di minacce ed intimidazioni"

17 gennaio 2019- "Solidarietà ad Enrico Mentana ed ai giornalisti di La7. È davvero inaccettabile questo clima di minacce, aggressioni... continua

Trivelle. Colombini: "Blocco autorizzazioni danneggia imprese nazionali"

Roma 17 gennaio 2019 - "Il blocco delle autorizzazioni delle trivelle danneggia le imprese nazionali, aumenta l’import dei combustibili ed... continua

Fca. Furlan : "Il governo riveda la tassa sulle auto che rischia di mettere a rischio gli investimenti in Italia"

Roma 14 gennaio 2019 - "L’annuncio di una messa in discussione del piano industriale di Fca da parte del Ceo... continua

Riders. Cgil, Cisl, Uil, bene sentenza Torino, ora estendere diritti e tutele attraverso accordo collettivo

Roma, 14 gennaio 2019 - “La sentenza di venerdì 11 gennaio della Corte di Appello di Torino ha sancito, in... continua

Labor TV

Manovra. Furlan: ora confronto con il sindacato o iniziativa nazionale

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • "Furlan ci spiega perché il governo fa il contrario di quello che serve", Il Foglio del 18 gennaio 2019

    furlan"E' il governo alla rovescia. Bloccano quello che dovrebbero rilanciare e finanziano quello che dovrebbero ridurre. Bloccano le infrastrutture, grandi e piccole, che collegherebbero il sud al nord del paese, e il nord al resto d'Europa, e così facendo congelano 100 miliardi di finanziamenti e tra i 4 e 500.000 posti di lavoro. E poi finanziano misure assistenzialistiche de dovrebbero ridurre la disoccupazione". (...) E alla domanda sulla legge di bilancio Furlan risponde "E' una manovra che non contiene alcuna leva per la crescita e lo sviluppo. E anzi tagli di 5,8 miliardi in tre anni il fondo di investimenti alle amministrazioni centrali, di 1,2 miliardi quelle per le amministrazioni territoriali". Per Furlan questo è un governo "nemico del cambiamento: quella che stiamo vivendo è la transizione del lavoro verso la digitalizzazione e l'informatizzazione"

FOCUS

  • Le priorità per la legge di Bilancio 2019: Piattaforma Cgi Cisl Uil

    bandiere cgil cisl uilLe proposte di Cgil, Cisl, Uil per la crescita e lo sviluppo del Paese, contenute nella Piattaforma approvata dagli Esecutivi unitari riuniti il 22 ottobre scorso per valutare il Def e la legge di Bilancio 2019.

  • Pensioni. Le richieste della Cisl per il confronto con il Governo

    richiestecislRoma, 10 agosto 2018. " Occorre che il Governo apra ai primi di settembre in vista della predisposizione della legge di stabilita' un confronto con il sindacato sul tema delle pensioni. La Cisl, unitamente alle altre confederazioni, ha recentemente inviato proprio una richiesta di incontro al Ministro del Lavoro allo scopo di discutere le possibili scelte da compiere in materia previdenziale". 

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

tesseramento 2018 orizzontale nologo lowres

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Basilicata. Sciopero servizi: presidi anche a Potenza e Matera per sollecitare il rinnovo dei contratti nazionali di settore

Potenza, 4 maggio 2016 - Fuori servizio. È lo slogan scelto dai sindacati di categoria Fisascat Cisl, Filcams Cgil, Uiltucs Uil per lo sciopero nazionale dei lavoratori dei comparti turismo, mense, terme, multiservizi e farmacie private fissato per venerdì 6 maggio. Una fermata generale per protestare contro “l’atteggiamento dilatorio delle associazioni datoriali che non ha consentito ad oggi la positiva conclusione dei negoziati per il rinnovo dei contratti nazionali di lavoro”. Tra le rivendicazioni alla base dello sciopero anche un forte richiamo alla lotta al lavoro nero, alla precarizzazione del lavoro e al sempre più massiccio ricorso ai vouchers. Previste manifestazioni e presidi in tutta Italia a livello regionale e locale. In Basilicata si terranno due presidi a Potenza e Matera davanti alle rispettive Prefetture dalle 9.30. Sono oltre un milione e mezzo i lavoratori che attendono, in alcuni casi anche da sei anni, il rinnovo dei contratti nazionali e il conseguente adeguamento dei salari al costo della vita. Un mosaico assai variegato, quello dei servizi, con settori in forte ascesa, come il turismo, e settori in forte sofferenza, come il sistema degli appalti, dove sempre più spesso il contenimento della spesa pubblica si scarica tutto o quasi sulle spalle dei lavoratori. È il caso, ad esempio, del nuovo appalto regionale, suddiviso in cinque lotti, bandito dalla stazione unica appaltante per le pulizie nelle strutture sanitarie lucane che, secondo i calcoli fatti dai sindacati di categoria, produrrà un taglio del 30 per cento delle ore o della forza lavoro. Ieri in Regione si è tenuto un incontro che le segreterie regionali di Fisascat, Filcams e Uiltucs hanno giudicato insoddisfacente. Le tra sigle sindacali parlano anche di poca chiarezza su: numero degli addetti, monte ore pro capite, aree definite ad alto, medio e basso rischio, planimetrie e soldi messi a base d'asta. “Il 18 febbraio in Regione - lamentano i sindacati - avevamo concordato di fare un tavolo tecnico per una discussione di merito e invece siamo stati convocati per ascoltare futili affermazioni di principio sul mantenimento dei livelli occupazionali che non ci lasciano dormire sui sette guanciali a poche ore dalla scadenza del bando. Dire mantenimento dei livelli occupazionali per noi significa passaggio di tutto il personale al nuovo appaltatore e mantenimento dei livelli retributivi e contributivi. Non si possono fare gare con dati approssimativi e sommari dopo anni di attesa. Qui si tratta di salvaguardare due diritti fondamentali: il diritto alla salute e al lavoro. E non è giustificabile il pressappochismo. Per questo ci riserviamo di fare azioni tese a garantire i diritti di chi rappresentiamo”.

PROSSIMI EVENTI

Nessun evento trovato

CONQUISTE DEL LAVORO

copertina_conquiste_del_lavoro

Tim ribassa le stime di bilancio. Tonfo in Borsa

I risultati preliminari del 2018 e le previsioni per il 2019 non sono una vera sorpresa per il mercato...

Tunisia, la rivolta dei dipendenti pubblici

Nuove proteste in vista dopo il maxi sciopero generale proclamato dall’Ugtt che ieri ha paralizzato il paese. Il governo, che...

Le critiche dei sindacati al decretone del Governo

Troppi paletti e poche risorse sul reddito di cittadinanza, mentre quota 100 penalizza le donneCgil Cisl e Uil contestano il...

Medici, veterinari e dirigenti sanitari in piazza a Roma per il contratto

Oggi la protesta promossa da tutti sindacati di categoria, davanti al ministero della Pubblica Amministrazione, contro Governo e Regioni...

L’industria tira il freno, deboli fatturato e ordini

L'Istituto segnala un progressivo rallentamento della crescita con segnali di flessione a novembre, dovuti alla debolezza della domanda...

CONQUISTE DEL LAVORO

Tim ribassa le stime di bilancio. Tonfo in Borsa

I risultati preliminari del 2018 e le previsioni per il 2019 non sono una vera sorpresa per il mercato...

Tunisia, la rivolta dei dipendenti pubblici

Nuove proteste in vista dopo il maxi sciopero generale proclamato dall’Ugtt che ieri ha paralizzato il paese. Il governo, che...

Le critiche dei sindacati al decretone del Governo

Troppi paletti e poche risorse sul reddito di cittadinanza, mentre quota 100 penalizza le donneCgil Cisl e Uil contestano il...

Medici, veterinari e dirigenti sanitari in piazza a Roma per il contratto

Oggi la protesta promossa da tutti sindacati di categoria, davanti al ministero della Pubblica Amministrazione, contro Governo e Regioni...

L’industria tira il freno, deboli fatturato e ordini

L'Istituto segnala un progressivo rallentamento della crescita con segnali di flessione a novembre, dovuti alla debolezza della domanda...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa